Casa / Art / Renata Adler inaugura Mostra a Rio de Janeiro nel mese di settembre
Renata Adler, Mondo intrecciato. Foto: Rivelazione.
Renata Adler, Mondo intrecciato. Foto: Rivelazione.

Renata Adler inaugura Mostra a Rio de Janeiro nel mese di settembre

Le rovine Park Cultural Center, a Santa Teresa, riceve 26 sculture dell'artista ispirato al sistema solare. Opere sono state fatte da tecniche che provocano reazioni chimiche e utilizza materiali insoliti come il caffè macinato

Ex posizione sui marchi sistema solare il debutto dell'artista Renata Adler a Rio de Janeiro. Il debutto del carioca sarà il giorno 02 Settembre, Sabato, in spettacoli su Galleria del centro cultura comunale Parco delle rovine, dove si presenta 26 fabbrica la Mostra"Il percorso dei pianeti". Il lavoro propone un dialogo tra la terra e i pianeti, si avvale di tecniche che provocano reazioni chimiche in questione, utilizza luci a led, vetro e diversi elementi inusuali. In anteprima, 11 opere uniche dell'artista possono essere visitate nei giardini e presso il ristorante dell'Hotel Santa Teresa Rio MGallery by Sofitel.

Pubblicità: Banner Luiz Carlos de Andrade Lima

Lavoro di Renata si riferisce a una celebre frase del filosofo francese e chimico Lavoisier: "Nulla è perduto, tutto si trasforma", per ricordarvi che uno della ricerca chimica più importante è stato quello di determinare la natura del fenomeno della rapida ossidazione o combustione. "Quello che mi interessa è proprio l'energia della reazione di sostanze. Nelle mie sculture in ferro o altri materiali cercano di provocare lo stato della materia e i loro contributi alla rivoluzione chimica – tecniche a volte sperimentali ed epistemologica. Senza esitazione io uso spesso elementi insoliti, come per esempio, il caffè, così che aggiungere un'altra dimensione sensoriale", spiega Adler.

Renata Adler è un giornalista di formazione e servito nel campo stampato su veicoli di grandi dimensioni per più di 10 anni, oltre, Ha ottenuto la laurea in arti presso l'Università di Boston, Massachusetts, Stati Uniti, e anche in arti visive presso la school of Visual Arts di Parque Lage, prendendo come professore di mentore João Carlos Goldberg.

Il carioca flirta con il mondo dell'arte fin dall'infanzia. Sempre amato dipingere, fotografia, tra cui rivelare se stessa foto, ma si è rivelato per essere attratti alla scultura. E il vostro fascino con il sistema solare è stato ciò che ha reso la Mostra"Il sentiero dei pianeti".

"Il cosmo di parola deriva dal latino 'cosmos' (mondiale) e che il vostro tempo deriva dal greco antico 'kósmon' (ordine, ordinato). E per estensione significa ordine dell'universo. I pianeti, le galassie, e le stelle dei miei lavori, non parlo solo di tutto ciò che esiste. Tenta di proporre una filosofia che evoca un universo come un sistema ben organizzato. In un'epoca in cui le nuove generazioni sono s'inchinò con gli occhi incollati sugli schermi, Mi piacerebbe invitarli ad alzare la testa e guardare un cielo che molti di noi si affacciano l'esistenza", spiega.

Renata lavorano solitamente su moduli che sono stati precedentemente progettati e che aggiunge colori, osservando il vostro scopo e l'interazione su propria alchimia. Secondo il critico di arte Marc Pottier, Si è interessato nel lavoro dell'artista dopo una visita al vostro workshop, le forme e i colori nel vostro lavoro non sono il risultato delle associazioni di idee arbitrarie semplici, ma un'esperienza interiore in cui i dipinti astratti si riferiscono ai sensi. "If" interlacciato "World ha scelto di non agire nei materiali utilizzati, lasciando il turno senza alcuna interferenza, Abbiamo "Pianeti", A differenza di, vernici su paesaggi colorati delicati che si evolverà nel tempo. C'è la volontà di parlare di 'impressioni' ' anche se le loro opere non sono impressionismo nel senso della parola. Questo è perché, Oltre a questo dialogo tra la materia e la pittura, Lei ama anche la luce. Lei è presente nella "Pianeti" tramite LED discretamente posizionati dietro le tavole lavorate", Commenti.

Servizio:

Mostre "il sentiero dei pianeti"
Coordinamento generale: Sergio daga Avillez
Apertura: 02 Settembre, le 14:00 a 17:30
Local: Galleria del centro cultura comunale Parco delle rovine
Visitazione: di 02 un 25 Settembre, Martedì alla Domenica, dalle 08h alle 18h
Indirizzo: Via Murtinho Nobre, 169
Telefono: (21) 2215-0621
Ingresso libero
In anteprima, 11 le opere dell'artista sono visitabili i giardini e il ristorante dell'Hotel Santa Teresa Rio MGallery by Sofitel.
Indirizzo: Rua Almirante Alexandrino, 660
Visitazione: a 16 Ottobre, das 10h às 18h
Telefono: (21) 33800200

Ingresso libero

Commenti

1 Commento

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*