Casa / Art / ANGELS IN AMERICA debutta al PRUDENTIAL Theatre
ANGELI IN AMERICA. Foto: © João Gabriel Monteiro.
ANGELI IN AMERICA. Foto: © João Gabriel Monteiro.

ANGELS IN AMERICA debutta al PRUDENTIAL Theatre

Warehouse Theatre Company presenta

ANGELI IN AMERICA

La versione scenica di Paulo de Moraes del capolavoro di Tony Kushner torna a Rio de Janeiro, non teatro prudenziale, di 28 Aprile a 8 Maggio.

Considerato da molti studiosi il testo teatrale più importante degli ultimi 50 anni, ANGELI IN AMERICA è un dittico scritto da Tony Kushner nei primi anni del 1900. 1990. composto da Il Millennio si avvicina (parte 1) e Perestrojka (parte 2), il testo di ANGELI IN AMERICA ha ricevuto i principali premi della drammaturgia americana, compreso il prestigioso Tony Award, Drama Desk Award e Premio Pulitzer.





ANGELI IN AMERICA si svolge negli anni '90 1980, em Nova York, durante la cosiddetta Era Reagan e quando l'AIDS devasta la città come una specie di epidemia. Ma New York qui potrebbe essere uno qualsiasi di quei luoghi densamente popolati., affollato, dove è facile pensare che la persona accanto a te sia in metropolitana o in ascensore, o anche a letto, potrebbe essere dall'altra parte del mondo. c'è fretta, un'urgenza, in questo continuo andirivieni della grande città che sembra non concedere il tempo allungato di collegarsi all'altro. Ma, nonostante e per questo, Gli affascinanti personaggi di Tony Kushner, pieni di dolore, paura e una fragile speranza: cerca di entrare in contatto in questo abisso.

Una trama de GLI ANGELI IN AMERICA

Dio ha abbandonato il paradiso. Sulla terra – più precisamente a New York City – sta per emergere un nuovo profeta. L'anno è 1985, il millennio si avvicina rapidamente, e Il priore Walter (Anche Moraes) è il profeta che sorgerà dalle macerie di questo terribile secolo. Ma ha problemi più grandi. con soli trent'anni, appena stato diagnosticato l'AIDS. da solo nell'appartamento, Prior - il profeta - fa sogni febbrili in cui sente una voce angelica che lo chiama. Parallelamente a questo, il famoso avvocato Roy Cohn (Sérgio Machado) – una figura realmente esistita – riceve anche dal suo medico la notizia di essere malato di AIDS. Perverso e ultraconservatore, nasconde la sua omosessualità e la sua malattia.

Gio (Rainer cadetto), è un avvocato mormone che ha prestato servizio presso la Corte d'Appello come capo del personale per cinque anni. È l'allievo di Roy, che gli offre una posizione importante presso il Dipartimento di Giustizia di Washington, per Gio lo beneficia in una causa volta a espellere Cohn dall'Ordine degli Avvocati. Joe si ritrova combattuto tra la sua carriera ei suoi principi etici. Inoltre, il tuo matrimonio con Harper (Lisa Eiras) non sta andando bene. L'educazione religiosa significava che Joe non ha mai fatto coming out con la sua omosessualità e, per alleviare la depressione relazionale, Harper ingerisce enormi quantità di Valium, cercando rifugio nelle tue allucinazioni. in un momento di crisi, Joe chiama sua madre, Hannah (Patricia Selonk), e dille che è gay. Hannah lo rimprovera con veemenza durante la chiamata., ma giorni dopo vende la casa a Salt Lake City, dove ha vissuto, e arriva a New York per scoprire che suo figlio è scomparso. Lascia Harper con cui vivere Louis (Filippo Bustamante) – che lavora in aula come dattilografo – la sessualità che ha sempre represso. Joe – avvocato, Mormone, repubblicano - personifica l'America che Louis detesta, ma tra di loro si forma un legame improbabile, una passione sessuale e potente.

Prior è desolato senza qualcuno al suo fianco. Ha perso molti amici a causa dell'AIDS ultimamente e teme di essere il prossimo. Al culmine della malattia e della febbre, un angelo scende dal cielo e appare nella tua stanza. Il Angelo (Isabel Pacheco) è un po' spaventoso. Spiega che il movimento della specie umana – la sua incapacità di rimanere ferma, non mescolare - sarebbe la causa dei mali del mondo e la scomparsa di Dio. Prior viene scelto per riportare la pace, cessare tutti i movimenti migratori dell'umanità. Fa del suo meglio per rifiutare la tua profezia, diventa progressivamente morboso e amareggiato, causando preoccupazione nel tuo amico Belize (Zeza), che cerca di aiutarlo ad affrontare il rifiuto di Louis e a prendersi cura della sua salute cagionevole.. Belize è un'infermiera e lavora di notte all'ospedale dove è ricoverato Roy. negro, gay ed ex drag queen, conosce bene le ferite profonde provocate dall'avanzata della politica e del pensiero neoliberista difeso da Roy Cohn. Isolato e indebolito, Roy riceve la visita di una vecchia conoscenza, il fantasma di Ethel Rosenberg (Patricia Selonk), condannato negli anni alla sedia elettrica 50 grazie all'influenza dell'avvocato negli anni del maccartismo. Cosa fare di fronte a una sofferenza schiacciante? Come sopravvivere a un'età mostruosa? Dobbiamo fermarci o dobbiamo mantenere le nostre vite in costante movimento?

traiettoria di ANGELI IN AMERICA no Brasil

Con produzione e realizzazione di Armazém Cia. del Teatro, ANGELI IN AMERICA ha debuttato a livello nazionale a San Paolo, nel mese di maggio 2019, con stagione al Sesc Vila Mariana – Teatro Antunes Filho. A luglio ha completato la sua stagione di debutto a Rio de Janeiro., no Teatro Riachuelo. Ad ottobre nuova stagione a Rio, questa volta al Teatro Firjan SESI Centro. a febbraio 2020, tornò a San Paolo per un breve soggiorno al Teatro Sérgio Cardoso. Recentemente, nei giorni 9 e 10 Aprile 2022, è stato presentato a Guairinha durante il programma ufficiale del Festival di Curitiba, edizione 2022. La prima a Rio de Janeiro sarà al Prudential Theatre, di 28 Aprile a 8 Maggio, con spettacoli dal giovedì alla domenica.

Factsheet

ANGELI IN AMERICA
di Tony Kushner

Direzione: Paolo de Moraes
Traduzione: Maurizio Arruda Mendonca

Elenco (in ordine alfabetico): Filippo Bustamante (Louis Ironson), Isabel Pacheco (L'angelo), Anche Moraes (Il priore Walter), Lisa Eiras (Harper Pitt), Patricia Selonk (Hanna Pitt + Ethel Rosemberg), Rainer cadetto (Joe Pitt), Sergio Machado (Roy Cohn) e Zeza (Belize + Signor. Menzogna)

Scenografia: Paulo de Moraes e Carla Berri
Illuminazione: Maneco Quinderé
Costumi: Carol Lobato
Musica originale: Ricco Viana
Videografismo: Rico Vilarouca e Renato Vilarouca
preparazione del corpo: Paolo Mantovano
Grafico: Daniele di Gesù
Ufficio Stampa: Ney Motta
Foto: Mauro Kury e Nytiam
Produzione esecutiva: Isabel Pacheco
Direzione di produzione: Patricia Selonk e Paulo de Moraes
La Produzione: Magazzino della compagnia teatrale

Servizio

ANGELI IN AMERICA

Teatro Prudenziale: Russell Street, 804, Gloria, Rio de Janeiro – Palazzo Manchete

Informazioni: 21 3553-3557

Reddito tra R $ 25,00 e R $ 80,00

Operazione biglietteria: Dal martedì al sabato dalle 12:00 alle 20:00, domenica e festivi dalle 12:00 alle 19:00.

Prevendita di www.Sympla.com.br

Maglia rasata: 359 luoghi

Stagione di 28 Aprile a 8 Maggio:

– giovedì, a 19 ore: ANGELI IN AMERICA – Parte 1: IL MILLENNIO SI AVVICINA

– venerdì, a 19 ore: ANGELI IN AMERICA – Parte 2: PERESTROICA

– Sabato, a 17 ore: ANGELI IN AMERICA – Parte 1: IL MILLENNIO SI AVVICINA

– Sabato, a 20:30 ore: ANGELI IN AMERICA – Parte 2: PERESTROICA

– Domenica, a 16 ore: ANGELI IN AMERICA – Parte 1: IL MILLENNIO SI AVVICINA

– Domenica, a 19:30 ore: ANGELI IN AMERICA – Parte 2: PERESTROICA

Durata parte 1: 135 minuti

Durata parte 2: 160 minuti

Valutazione: 16 anni

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*