Casa / Art / Attrice commenta discorsi del presidente eletto sulla legge Rouanet e le difficoltà della comunità artistica
naty Bittencourt. Foto: Rivelazione / MF Global Press.

Attrice commenta discorsi del presidente eletto sulla legge Rouanet e le difficoltà della comunità artistica

Attrice Naty Bittencourt parla circa le prospettive per la comunità artistica dopo l'elezione Jair Bolsonaro e la polemica della legge Rouanet, e le difficoltà incontrate da artisti brasiliani.

L'attrice Naty Bittencourt fa teatro per oltre 10 anni. Si è formato in fisioterapia, ma ha deciso di seguire il suo sogno, e si è trasferito da Brasilia a San Paolo dopo le opportunità. Ma non è sempre semplice da seguire quel sogno in Brasile.

pubblicità: Banner Luiz Carlos de Andrade Lima

"Nonostante tutte le polemiche che prevedono l'uso della legge Rouanet, è davvero importante per democratizzare l'accesso alla cultura dei diseredati”, dice Naty.

Secondo lei, molti finiscono per rinunciare a seguito di carriera, è il teatro, film o la TV, a causa delle difficoltà incontrate da artisti che non hanno ancora raggiunto la fama: “Ci sono un certo numero di artisti che sono alla ricerca di questo obiettivo, ma si trovano ad affrontare difficoltà di ogni genere. Ma questo gruppo, così privo di incentivi, E 'ancora attuale produttore di contenuti culturali, e tipicamente comunica con un pubblico che generalmente non si ottiene con grandi spettacoli, dal momento che si limitano a visitare la capitale, con maggiore proiezione, redditività e botteghino ".

Naty Bittencourt dice anche che si aspetta dal governo di Jair Bolsonaro, che inizierà il suo mandato in 01 Gennaio 2019: “Non è stata una mia scelta di voto, ma torcere a fare un ottimo governo. Recentemente ha detto che voleva governare per tutti, quindi spero che, anche se questo accade. Inoltre mi è piaciuto quello che è stato detto per la Legge Rouanet, non sarebbe stato utilizzato per artisti già famosi, ma per coloro che sono ancora di iniziare, che sono i più bisognosi”.

I attrice parla delle difficoltà incontrate nella professione e che le parti sono fatte di carta: “E 'molto difficile essere un artista in Brasile. Ci sono sottovalutate, e la maggior parte di noi non hanno la sponsorizzazione. Recentemente, Vorrei Luisa, in parte 'Primo Basil', E 'stato già decorato l'intero testo, ma uno degli attori lasciato il progetto. poco dopo, un altro attore è andato troppo. Con questa, è necessario cercare nuovi attori per le audizioni, e approvato la necessità di provare e memorizzare le linee, e questo richiede tempo, e risorse. Dobbiamo incoraggiare la cultura in modo che non v'è disponibile soltanto le esposizioni che danno più profitto al mondo dello spettacolo ".

Commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*