Casa / Art / Regia di Antonio januzelli (Jano), 'Vagaluz' riflette sulla memoria e debutto al SESC Pompeia nel mese di febbraio
Visualizza "Vagaluz". Foto: Giorgio D'Onofrio.

Regia di Antonio januzelli (Jano), 'Vagaluz' riflette sulla memoria e debutto al SESC Pompeia nel mese di febbraio

Con il testo e la progettazione collettiva, spettacolo minimalista promuove un legame emotivo con gli spettatori

In tempi come immediatezza, che valore istantaneo monouso, 'Vagaluz' propone un tuffo nell'universo della memoria. Con il debutto previsto per il 6 Febbraio, alle 21:30, non spazio scenico SESC Pompeia, il pezzo segue in stagione fino al 1 marzo, con le sessioni il giovedì, Venerdì e sabato, alle 21:30, e la domenica, às 18h30.

pubblicità: Banner Luiz Carlos de Andrade Lima

nell'assieme, una coppia di attori ricorda frammenti di vita che ormai sembra essere stato sperimentato, ora sentito parlare di chi ha vissuto o anche una memoria inventata. Questi ricordi fanno una scena, simile nostri atti di pensare e di sentire, derivante casuale, spesso attraverso connessioni non lineari spazio-tempo, come riverberi di ciò che accade dentro e fuori di noi.

"Si tratta di piccoli pezzi di ricordi, Forse… né sono stati narrati, ma… della quale, per qualche motivo, sono stati salvati. Questa memoria comune rende le persone (guardare) invocare e passeggiare propri ricordi ", conto Lydia. Così, lo spettatore completa il dramma creato in collaborazione con gli attori e il regista. "Ha raccontato la storia… o… le storie hanno senso solo per le storie di coloro che guardano "modifica Edgar.

Il regista Antonio januzelli (Jano), più delicato e scrupoloso nella regia, si concentra sulle prestazioni: un attore e un'attrice nel gioco scena, alla ricerca di una memoria originale. È l'uomo-attore / donna-attrice-disfare ciò che non è necessario, per raggiungere la sua essenza scenica - la memoria originale stesso.

Così, tutti gli elementi “Vagaluz” Sono al servizio delle prestazioni. Un ambiente minimalista, contiene solo due sedie, un guardaroba di base che si riferisce alla prova generale e una luce semplice solo per accogliere le memorie e le AMBIENTA. E gli esecutori alternano in terreni diversi, mantenendo costantemente connessa e la composizione complice immaginario.

La costruzione di questo lavoro è stato istigato da una perdita nella famiglia di attori, seguita dalla messa in discussione dei bambini sentito solo come un silenzio spiegazione. Rompendo sempre costante silenzio portato dolore e poi scavare dolori… e, infine, la ricerca di ciò che resta: i ricordi. "Allora, E 'apparso un "Vagaluz 'nella guida", dice l'attrice.

Di Antonio januzelli (Jano)

Direttore, attore, professore e ricercatore di pratiche dell'attore. Bachelor of Law e PUCAMP laurea in Performing Arts da ECA-USP e la Scuola d'Arte Drammatica - EAD / ECA / USP. Lui maestri e di dottorato ECA USP. Lui è un professore del Dipartimento dello Spettacolo presso ECA-USP dal 1977. Era un professore di EAD tra 1977 e 2002. Egli è l'autore di "The Actor Learning", pubblicato dalla casa editrice Attica. Ha diretto e recitato in diverse produzioni in Brasile. Si tratta di un membro del nucleo creativo del semplice compagnia teatrale e regista di "Se mi fossi". Ha inoltre diretto i monologhi "il tempo e ora" e "The Pig", mostrano nominato per il premio come miglior attore Shell. Era ACE ufficiale membro del consiglio editoriale, membro del consiglio editoriale di ufficiale LUME-Unicamp e rappresentante del Dipartimento di Performing Arts di AIEST (Ibero americana Associazione delle scuole di teatro).

Edgar Campos

Ha iniziato in teatro 1980 con Jamil Giorni, nel "fondo Do petto". Questo incontro ha portato in altre opere: "Esercizio della Passione"; "Guaiu, Opera delle formiche "; e "perché Pensieri, Parole e atti ". Dopo, anche lavorato con José Rubens Siqueira; con Mario Mazetti, la prima produzione di "Playhouse"; e John Albano, em “Sexo Chocolate e Zambelê”. Na passagem pelo CPT, con Antunes Filho, prende il gusto per il gruppo e ricerca teatrale. Ma è con il suo ingresso nel Fraterni Cia Arti e Malasartes che può dedicare più pienamente alla ricerca scenica. Diretto da Ednaldo Freire e drammaturgia di Luis Alberto de Abreu, di 1998 al 2013, tenuto vari lavori con punti salienti della impostazione teatrale: "Mares", "Per Eulenspigel", "Masteclé - Il Trattato Comedy generale", "Passione Auto e gioia", "Borandá - Appartamenti Migranti", "Memoria delle cose", "Sacred Folia" e "Le Tre Grazie".

A proposito di Lydia Engelberg

L'attrice, narratore e giornalista ha iniziato nelle arti dello spettacolo in teatro Research Center, con Antunes Filho, il 1985. Nel corso degli anni, intervallati prestazioni di montaggio e studi di formazione e ricerca con gli studi di danza e la consapevolezza del corpo e panoramica, investigações de voz e canto. Dentre os profissionais relacionados aos seus fazeres e pensares teatrais estão: Antunes Filho, Roberto Cordovani, Bru Palmieri, Cristina Calazans, Cristiane Paoli Quito, alex Ratton, Andrea Kaiser, Antônio januzelli e Juliana Sanches.

Negli ultimi anni, Ha dedicato principalmente all'arte della narrazione partecipare a progetti ed eventi legati ai reparti cultura e dell'istruzione e in istruzione generale, come: viaggio letterario, circuito teatrale, Art Festival di Storytelling, Festival Mantiqueira, Roteiro de Bibliotecas Públicas e programas de formação de educadores, guidandoli quanto riguarda l'uso di storie come strumento nel processo educativo, in istituti di istruzione superiore, Sescoop e SESC.

SINOSSI

Um casal narra e presentifica pequenos fragmentos de histórias e situações diversas – momentos vividos ou ouvidos de quem viveu. São acontecimentos de outrora que, lontano fatto di grandi dimensioni, Essi potrebbero essere considerati banali o nessuna importanza. Ciò che è stato, Dio solo sa perché, ma è lì e, in qualche modo, riempimenti. Così, Sarà tessendo un percorso di indagine della memoria e oblio. Quello che noi continuiamo per tutta la vita? Poiché le briciole memoria?

FACTSHEET

Direzione: Antônio januzelli

Progettazione: Antônio januzelli, Edgar Campos e Lidia Engelberg

Prestazione: Edgar Campos e Lidia Engelberg

Illuminazione: Thiago Zanotta

preparazione vocale: Andrea Kaiser

Foto: Giorgio D’Onofrio

La Produzione: Caffè Culturale Productions – Carol Fernanda Faria e Tonoli

Ufficio stampa: Agenzia Fàtica - Bruno Motta Mello e Veronica Domingues

SERVIZIO
VAGALUZ, Di Antonio januzelli, EDGAR CAMPI E LYDIA ENGELBERG
spazio scenico SESC Pompeia – via Clelia, 93 – white water
Stagione: di 6 dal febbraio al 1 marzo 2020
Giovedi al Sabato, alle 21:30, e la domenica, às 18h30
Biglietti: R $ 30 (intero), R $ 15 (metà prezzo) e R $ 9 (completo delle credenziali)
Valutazione: 14 anni
Durata: 60 minuti
Capacità: 40 luoghi

Commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*