Casa / Art / Etiopia: La nostra storia, di Daniel Taveira

Etiopia: La nostra storia, di Daniel Taveira

“La culla del mondo veniva scolpita nella mia vita, e la mia immaginazione esplose. Noi, dall'etiopia ha disegnato in me il meglio della bellezza delle gare."Daniel Taveira

Museu de Arte Sacra de São Paulo – ma/SP, istituzione del Dipartimento della Cultura e dell'Economia dello Stato di São Paulo creativo, riapre i battenti secondo tutti i protocolli definiti dalle aree competenti e, come celebrazione della riunione con il tuo pubblico e i tuoi amici, abre a mostra “Siamo dell'Etiopia – Ritagli di viaggio", con 30 immagini del fotografo Daniel Taveira.

pubblicità: Banner Luiz Carlos de Andrade Lima

La mostra consiste in registrazioni di immagini del viaggio dell'autore nel paese, con rappresentazioni affidabili della diversità umana, abbondante in colori e forme: "La culla del mondo veniva scolpita ed esplosa nella mia immaginazione con questa serie in cui ho cercato di estrarre il meglio della bellezza delle razze". Non ci sono più di 10 anni di residenza in Messico, Daniel Taveira crea i tuoi record di immagini cercando sempre il momento decisivo in cui le lenti registrano i dettagli della vita quotidiana costruiti con le luci, core, forme, espressioni ed emozioni.

Nessuna valle dell'Omo, regione in Etiopia nota per la sua cultura e diversità, Ci sono 46 gruppi etnici e tribù che includono i Benna, Ari, Mursi, Bume, Kari, Tsemay, Konso, Martello, Dassecnech e Borenna. Le loro vite sono a malapena influenzate dal mondo esterno, e ciò di cui hanno bisogno per sopravvivere viene estratto dalla natura.

La storia dell'Etiopia è documentata come una delle più antiche. Secondo recenti scoperte, la specie Homo Sapiens, a cui apparteniamo, sarebbe originario di quella regione, e poi si è diffuso in tutto il mondo. I resti più antichi di un antenato umano mai trovati, stimato in circa cinque milioni di anni, furono scoperti nella valle dell'Awash, in etiopia. Il fossile più famoso al mondo, conosciuto da Lucy, con 3,2 milioni di anni, è stato scoperto nella stessa zona in 1974.

“Vedere la parte importante della creazione che rappresenta nel popolo etiope è un tributo superiore a tutto ciò che l'umanità ha fatto e costruito negli ultimi tempi. Ogni volta che chiudo gli occhi appaiono, insolitamente nella mia mente, e inondare il mio cuore. E quello che voglio davvero, è eternizzare “Siamo in Etiopia – Ritagli di viaggio ", le storie di ciascuno di questi esseri ”, definire Daniel Taveira.

Esposizione: "Siamo dell'Etiopia – Ritagli di viaggio"
Artista: Daniel Taveira
A cura di: Beatriz Cruz
Apertura: 16 Ottobre 2020, Venerdì 10 a 17
Periodo: di 17 Ottobre a 30 Novembre 2020
Local: Museu de Arte Sacra de São Paulo || MAS / SP
Indirizzo: Avenida Tiradentes, 676 -Luce, Sao Paulo (Tiradentes station della metropolitana)
Telefono: 11 3326-5393 - educativo per visite monitorate
Orari: Da martedì a domenica, il 10 às 17h (ingresso consentito fino alle 16:00)
Ingresso: R $ 6,00 (Un unico pezzo) | R $ 3,00 (ingresso Metà nazionale per gli studenti, insegnanti della scuola privata e I.D. giovane – previa dimostrazione) | sabato libero | esenzioni: bambini fino a 7 anni, adulti da 60, insegnanti della scuola pubblica, disabile, membri ICOM, polizia e militari – previa dimostrazione
I BIGLIETTI DEVONO ESSERE ACQUISTATI TRAMITE IL SITO DEL MUSEO
Numero di opere: 30
Tecniche: fotografia fine art
Dimensioni: 100 x 65 cm | 80 x 50 cm | 60 x 40 cm
Media digitali
Sito: www.museuartesacra.org.br
Instagram: www.instagram.com/museuartesacra
Facebook: www.facebook.com/MuseuArteSacra
Cinguettio: twitter.com/MuseuArteSacra
Youtube: www.youtube.com/MuseuArteSacra
Google Arts & Cultura: bit.ly/2C1d7gX

.

Daniel Taveira

Nato a Tocantinopolis, Tocantins, Brasile. In 2010, dopo aver lasciato da parte il Master in Finanza della Fundação Getúlio Vargas, Rio de Janeiro, Brasile. Taveira si è trasferita in Messico, dove ha incontrato la famosa fotografa Nadine Markova ed è diventata sua discepola. Studiare sotto Markova, Taveira ha iniziato a inseguire il momento decisivo, dove i tuoi obiettivi cattureranno l'unicità della vita quotidiana attraverso la luce, core, forme, espressioni e principalmente emozioni. I ritratti sono sontuose rappresentazioni della diversità umana, i suoi paesaggi e le fotografie urbane sono immacolati nelle tecniche, abbondante, pieno di colori e forme. Espone le sue opere, risultato di un'intensa e dettagliata ricerca, nei grandi centri internazionali, pubblico e privato. Ha diversi premi internazionali e libri pubblicati, come: ANONIMO, Arte e fotografia, Daniel Taveira e PRESENZA AFRICANA, Fotografia e Poesia, UAQ – Università Autonoma di Queretaro.

Il Museo

Il Museu de Arte Sacra de São Paulo, istituzione del Dipartimento della Cultura e dell'Economia dello Stato di São Paulo creativo, Si tratta di uno dei più importanti del suo genere nel paese. E 'il risultato di un accordo siglato tra il governo e Mitra Stato arcidiocesi di San Paolo, il 28 Ottobre 1969, e la sua data di installazione 29 Giugno 1970. Dato che, gli Museu de Arte Sacra de São Paulo Egli è venuto ad occupare un'ala del Monastero di Nostra Signora dell'Immacolata Concezione della Luce, sulla Avenida Tiradentes, centro di San Paolo. L'edificio è uno dei più importanti monumenti di architettura coloniale São Paulo, costruita di terra battuta, raro esempio rimanendo in città, ultima farm convento città. E 'stato indicato dal Storico e Patrimonio Artistico dell'Istituto Nazionale, il 1943, e il Consiglio per la difesa del patrimonio, Architettura artistico e lo Stato di San Paolo, il 1979. E 'gran parte della sua collezione anche elencati per IPHAN, da 1969, il cui inestimabile patrimonio comprende reliquie di storie in Brasile e in tutto il mondo. Il Museu de Arte Sacra de São Paulo detiene una vasta collezione di opere realizzate tra i secoli 16 e 20, contando con esemplari rari e significativa. Non ci sono più di 10 mille voci della raccolta. Ha opere di nomi riconosciuti, come Frei Agostinho da Piedade, Frei Agostinho de Jesus, Antonio Francisco Lisboa, il "Aleijadinho" e Benedito Calixto de Jesus, tra i tanti, anonimo o no. Notevoli sono anche le collezioni di presepi, argenteria e gioielli, lampadários, mobili, pale d'altare, altari, abbigliamento, libri liturgici e numismatica.

Di Arte Sacra Museo SAO PAULO - MAS / SP

Presidente del Consiglio di Amministrazione – José Roberto Marcellino dos Santos
direttore esecutivo – José Carlos Marcal de Barros
Direttore della Pianificazione e Gestione – Luiz Henrique Neves Marcon
Museóloga - Beatriz Cruz

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*