Casa / Art / Esposizione “Cusquenha arte” presenta ampio panel di pittura coloniale andina

Esposizione “Cusquenha arte” presenta ampio panel di pittura coloniale andina

Un grande spettacolo cusquenhas dipinti mai esposti in Brasile è il nuovo display Spazio culturale Humanar. a partire dal Sabato, 12 Maggio 2018, a 16 ore, la mostra sarà aperta al pubblico fino 16 Giugno.

Un concerto di musica medievale, con il gruppo Les Folies, farà parte della festa di apertura.

E no Sabato, 19 Maggio, Percival Tirapeli Il ministro in luogo della conferenza “arte coloniale in America Latina”.

Chi è interessato a arte latinoamericana dei secoli XVIII e XIX non può non vedere la grande collezione di dipinti di scuola Cuzco sarà in mostra al salone “Cusquenha arte: a andina pittura coloniale” - no Spazio culturale Humanar, fra 12 maggio e 16 Giugno.

pubblicità: Banner Luiz Carlos de Andrade Lima

La mostra riunisce più di cinquanta dipinti, la maggior parte di loro lavora del XVIII secolo, mai esposta in Brasile. Appartengono a un collezionista privato - che preferisce rimanere anonimo -, collezione del proprietario che si è andata formando nel corso degli ultimi trent'anni, motivato solo dalla sua passione per la bella.

tradizione europea, cultura peruviana - Un cusquenha pittura coloniale, certamente la più importante scuola di Spagnolo America coloniale, Si caratterizza per l'originalità e grande valore artistico.

Si chiama “cusquenha” non solo hanno il polo principale alla città imperiale di Cusco. Ma, principalmente, ad essere tutti it prodotti di artisti locali e lontano dall'influenza delle correnti prevalenti dell'arte europea.

L'originalità di Cuzco arte è la fusione dei suoi elementi costituenti: la tradizione barocca della pittura, portato dai coloni spagnoli, e il contributo dei peruviani indigeni.

I temi religiosi - la Vergine Maria, la nascita di Cristo, un'Epifania, Sacra Famiglia, i sacramenti - sono sempre presenti in Cuzco arte. Mix divulgate Cattolica (nel quadro della strategia spagnola per imporre ai popoli conquistati la storia biblica) con gli elementi della cultura peruviana.

Gli indiani peruviani usato le moderne tecniche pittoriche europee, ma ha introdotto i dipinti ragioni e gli elementi pittorici della loro cultura. Così, in santi quasi tutti i dipinti si vedono e gli angeli volti duri… dominato da colori allegri caratteristiche di arte locale.

San Giacomo il Maggiore - Una delle opere più significative - e bella! - la mostra è un grande schermo che ha come personaggio centrale di Santiago Mataíndios. immagine ricorrente in Cuzco arte, Questo personaggio è stato, la fonte, Santiago de Compostela, apostolo di Cristo. Durante il Medioevo, anche in Spagna, E 'venuto per essere chiamato “Santiago Mata Moors” e quando è arrivato in America Latina è venuto per essere chiamato “San Giacomo il Maggiore: l'Apostolo Mataíndios”, o semplicemente “Santiago Mataindios”.

tra i tanti, altre opere che meritano di essere sottolineati sono: un dipinto raffigurante San Francesco Serafico; una pittura di carattere eretico, in cui una Madonna allatta, mentre un bambino e un vecchio; un ritratto di San Girolamo; e una serie di sette dipinti con scene della Passione di Cristo.

Dalle pareti della polvere Humanar - Esposizione “Cusquenha arte: a andina pittura coloniale” E 'di particolare importanza per offrire pubblico di oggi la possibilità di godere di una ricca collezione di dipinti di andina barocco. Con questa, A parte la bellezza e l'originalità del lavoro, rinasce domande circa la cultura correnti ed i pericoli di mode nel campo delle arti.

E 'incomprensibile il motivo per cui un momento così interessante delle colonie americane è stato relegato all'oblio i dibattiti e conferenze in musei. allo stesso modo, è inaccettabile che tali schermi saranno disprezzati dal mercato dell'arte e dell'antiquariato dagli anni 1980, perché la fine della moda nella decorazione delle case d'elite.

Contribuire ad una discussione in corso sull'arte Cuzco, Si terrà nello spazio espositivo di parlare “arte coloniale in America Latina”, da Percival Tirapeli - non è un Sabato 19 Maggio, alle 16:30. Professore alla UNESP-Universidade Estadual Paulista Art Institute, e autore di numerosi libri d'arte, Tirapeli E 'specializzata nell'arte del barocco e dell'arte religiosa.

Godere di ciò che si poteva partecipare, gli ultimi tre decenni, grazie pregiudizi e la maggior parte di disprezzo, ti fa ridere il collezionista anonimo, felice di emozionare il pubblico con duecento anni di opere d'arte dal ritorno della polvere alle pareti illuminate del capannone il Humanar.

pittura barocca, musica medievale - Il pubblico per l'inaugurazione della mostra “Cusquenha arte: a andina pittura coloniale”, il 12 Giugno, Si sarà trattato di uno spettacolo musicale del più speciale, con il gruppo Les Folies. E lo spettacolo sarà presentato di nuovo alla data di fine mostra, 16 Giugno.

Il Les Folies svolge un lavoro dedicato al repertorio di indagine che copre il Medioevo al Barocco, canzoni popolari principalmente medievali e rinascimentali. programmi delle loro spettacoli sono costituiti da opere profane strumentali, attraverso opere composte per la danza, ai trovatori e anche canzoni con arrangiamenti propri.

Negli spettacoli Les Folies il pubblico partecipa in un'esperienza differenziata. Utilizzando strumenti d'epoca, il gruppo propone un viaggio per gli stili musicali del passato e il fascino delle sue melodie e ritmi. Dalla musica antica dell'universo, Si crea una moderna concezione di intrattenimento che coinvolge l'ascoltatore nell'universo suono di persone e culture diverse, in un ambiente rilassato e niente formale.

In spettacoli che rendono il Spazio culturale Humanar, l'esposizione integrata “Cusquenha arte”, gli Les Folies presenterà un ampio e vario repertorio, che copre un arco di tempo che va dal secolo XIII (“calendario Maya”, di Rambaldo di Cowgirls, e “malleabile”, anonimo autore) Settecento (tra le parti, mette in evidenza per “La Volta”, de William Byrd; “Sig.ra. Vai d'inverno”, John Dowland; e “Toccata”, di Claudio Monteverdi). Completa il programma di due pezzi del XX secolo, composizioni di compositore brasiliano Cussy de Almeida (1936-2010): “Aboio” e “Nordestinados”.

il quartetto Les Folies Esso è costituito da Raul Brabo (jay di Folee, violino, flauto, cornamusa e percussioni); Maurilio Silva Duduch (vento e percussioni); Marco Crepaldi (percussioni e fiati); e Marcio Guedes (archi e percussioni).

SERVIZIO -Il Spazio culturale Humanar è in Rua Brigadeiro Galvão 996, Barra Funda-Barra Funda Subway Station, tel. 3047-3047.
La mostra “Cusquenha arte: a andina pittura coloniale” ha apertura 12 Maggio 2018, Sabato, il 16 a 21 ore.
Visitatori fino al 16 Giugno - Venerdì e Sabato, il 10 a 18 ore.
Le prestazioni del gruppo Les Folies, nei giorni 12 maggio e 16 Giugno, Essi si terranno alle ore 17.30.
la lezione “arte coloniale in America Latina”, da Percival Tirapeli, su 19 Maggio, Si terrà alle ore 16:30.
Tutte le attività sono ad ingresso gratuito.
Ulteriori informazioni su humanar.art.br.

Commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*