Casa / Art / FGV integra lo script Bienalsur
Disegnami una bandiera, Colección Fundación Cartier. Foto: Rivelazione.

FGV integra lo script Bienalsur

Ilraccolta reggiseno di Cartier Foundation può essere visitato da 17 Luglio

La sede della Fondazione Getulio Vargas (FGV) rendere il vostro modo il giorno successivo 17 Luglio per un'altra edizione di BIENALSUR, evento culturale più noto dell'arte contemporanea in Sud America, che presenta il lavoro Disegnami una bandiera, Fondazione Cartier, ideata dall'artista francese Christian Boltanski.

pubblicità: Banner Luiz Carlos de Andrade Lima

L'installazione è composta da 31 bandiere, progettato da artisti provenienti da vari luoghi, Non rappresenta i paesi, ma le identità solo e semplicemente visivi per un mondo senza confini. Il libro arriva in Brasile con il sostegno dell'Ambasciata di Francia e l'Institut Français d'Argentine.

FGV ancora una volta parte del progetto, che mira a riunire artisti provenienti da tutti i continenti, Con mostre distribuite, allo stesso tempo, da diversi luoghi del mondo. L'organizzazione della seconda edizione della Biennale Internazionale d'Arte Contemporanea (Bienalsur) FGV nello spazio è all'interno della missione dell'istituzione, che ha tra le sue numerose altre attività, contribuire allo sviluppo della cultura in Brasile, nonché di promuovere eventi culturali che proiettano la città di Rio de Janeiro e il paese estero.

Essi saranno esposte presso FGV bandiere realizzate dagli artisti Andrea Bianchi, Italia; Andrei Ujică, Romania; Angelika Markul, Polonia; Charwei Tsai, Clemente Juliuz e Marcos Ortiz, de Taiwan; Daido Moriyama e Hiroshi Sugimoto, del Giappone; Eclode Lesourd, Franck Scurti, Francois Curlet, Marie Darrieussecq, Michel Casse, Roland Lehoucq, Jean-Michel Alberola, Macha Makaeieff, Vincent Michel Temman Beaurin e e Jean-Pierre Raynaud, Francia; Yang Jiechang e Gao Shan, da Cina; d'oro, Anna Mariani Bernie Krause e Sarah Sze, due Americhe; Gustavo Perez, Messico; Luiz Zerbini, Miguel Rio Branco e Jose Patricio, del Brasile; Judith Bertollini, di Israele; e Panamarenko, Belgio.

Il lavoro sul display raggiunge KM 2486 sua mappatura unica, che si estende in tutto il mondo fino al mese di novembre con la mostra 400 artisti, in più di 100 sede - che lavorano congiuntamente e in modo collaborativo - in 43 città di 20 paesi, tutti con ingresso gratuito.

Anibal Jozami seconda, CEO di Bienalsur, tenta di mostrare, attraverso l'arte e cultura, promuovere il dialogo e l'integrazione tra i nostri popoli e, anche, impregnare le catene del Nord con nuovi contenuti. Si tratta di un progetto nato di studi interdisciplinari nelle relazioni internazionali e la teoria e la storia dell'arte. "La Fondazione Getulio Vargas si è unito, dall'inizio, questa iniziativa e si è unito, insieme ad altre università internazionali di primo livello, la rete accademica Bienalsur ", dice.

"In questa seconda edizione, FGV riceve il progetto Disegnami una bandiera, che è un tentativo di eliminare i confini e unire le persone attraverso l'arte. Per noi creiamo Bienalsur, è un privilegio di contare sulla partecipazione di una delle istituzioni più prestigiose in America Latina "evidenzia Jozami, che è anche rettore della Universidad Nacional de Tres de Febrero (UNTREF UNIVERSITÀ), a Buenos Aires.

Il progetto

Su un'idea di Christian Boltanski, una Fondazione Cartier per l'Arte Contemporanea Lancou esse Projeto, che sta crescendo e l'aggiunta di nuovi marchi per gli autori. L'installazione si compone di circa 80 bandiere disegnate da artisti, scienziati, filosofi e partner della Fondazione Cartier, hanno contribuito i loro programmi nel corso degli anni e ora costituiscono una comunità.

Il progetto è anche parte di BIENALSUR 2019, nello spazio pubblico in città di Buenos Aires ed è relativo al lavoro "Banderas del fin del mundo" installato nella Terra del Fuoco, il punto più meridionale della biennale, in cui è avvenuto l'apertura di questo grande evento culturale.

Con la sua cartografia senza precedenti BIENALSUR elimina le frontiere, pensare con artisti locali e provenienti da tutto il mondo, Funziona con la collaborazione ed è in continuo dialogo con le esigenze e gli interessi di ogni sedile di estendere le più diverse proposte artistiche contemporanee.

"Con BIENALSUR cerchiamo di disegnare una nuova mappa per la scena artistica mondiale espandere i vostri sensi ad altre aree. Cerchiamo di rompere con l'idea che ha installato la luce è nel Nord. Questa decisione profondamente simbolico permette anticipo nel tracciare nuovi percorsi ", dice il CEO di BIENALSUR.

Per quanto riguarda Diana Wechsler, direttore artistico e accademico BIENALSUR, E mostra un trasgressivo, in quanto promuove uno stato d'animo che rompe gli stereotipi egemonici, che le sfide pubbliche sempre più diversificata e invita a una riflessione critica sulla contemporaneità dalle produzioni simboliche di artisti di diversa estrazione. La gamma di proposte artistiche BIENALSUR continua a Santiago del Cile, San Jose, pace, Oltre alla sede centrale in Francia, Italia, Spagna, Marocco, Messico e Costa Rica.

SU UN BIENALSUR

La seconda edizione di BIENALSUR, Biennale Internazionale di Arte Contemporanea in Sud America, Si terrà da maggio a novembre 2019, con schermi simultanea di più 400 artisti, distribuito 43 città, in più di 20 paesi. A arti vibranti offrono si estenderà su 100 sede tra musei, centri culturali, le istituzioni e le aree emblematiche dello spazio pubblico, con la premessa di rendere il pubblico, liberamente accessibile, le più diverse espressioni artistiche contemporanee. Organizzato dall'Universidad Nacional de Tres de Febrero (UNTREF UNIVERSITÀ), la prima edizione di successo BIENALSUR 2017, contemporaneamente in più 30 città, di 15 diversi paesi. Questa edizione mostra riunisce oltre 350 artisti e curatori provenienti dai cinque continenti, al fine di generare una rete globale di collaborazione istituzionale per eliminare le distanze e confini associati, sostenendo l'unicità nella diversità.

Servizio:
BienalSur - “Disegnami una bandiera”
Local: Esplanada do Centro Cultural FGV – Praia de Botafogo, 186 -Rio de Janeiro – RJ
Dati: 17/07 al 31/10
Tempo: 9h a 19:00
Libero

Commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*