Casa / Art / Galleria BASE con opere acromatiche

Galleria BASE con opere acromatiche

La galleria BASE, rispettare tutti i protocolli stabiliti dalle autorità, chiude il suo programma espositivo per 2020 con l'apertura della mostra collettiva “Cos'è radice e non vertice"con, circa 40 fabbrica, tra dipinti e sculture di Anna Maria Maiolino, Bruno Rios, Frans Krajcberg, José Rufino, Lucas Lander, Luiz Martins, Manoel Veiga, Marco Ribeiro, Mira Schendel e Bro. La curatela è firmata da Paul Azeco e il coordinamento artistico è responsabile Daniel Maranhão.

pubblicità: Banner Luiz Carlos de Andrade Lima


La mostra presenta un'ampia rappresentazione di artisti di diverse generazioni e regioni del paese con un punto comune, alcuni rappresentati dalla galleria, collezioni e altri ospiti invitati a partecipare a una mostra che conclude il lavoro di un anno ricco di sfide. "La proposta della galleria è quella di portare una mostra dove il linguaggio acromatico crea un dialogo tra artisti di diversa estrazione ed epoche", definire Daniel Maranhão.

Scegliere l'audacia di rompere i paradigmi, al galleria BASE sceglie di celebrare senza colori e mostrare le possibilità di rappresentazioni artistiche in bianco e nero, perché condivide il concetto citato dall'artista Pierre Soulages che tanto più limitati sono i mezzi di espressione che l'artista ha, migliori sono i risultati che può ottenere.

Il curatore Paul Azeco seleziona opere in cui la loro importanza e valore estetico trascendono l'uso del colore: “Dalle pagine di acclamati monotipi di Mira Schendel, il lirismo del lavoro di Anna Maria Maiolino fino alla forza espressiva delle sculture di Bro, la forza è mostrata con altri mezzi ", definire.

Contrappunti e complementi raccontano storie visive in "Cos'è radice e non vertice". Frans Krajcberg, ha fatto la sua capacità creativa e la preoccupazione per la sostenibilità del pianeta, in un momento in cui il soggetto non era evidenziato, generare opere in forme robuste e sofisticate che sono indipendenti dall'abbonamento. Sono un manifesto per te. Il lavoro di José Rufino utilizza elementi caricati dalla memoria, principalmente dalla sua eredità di famiglia, come documenti, lettere tra gli altri oggetti cimeli.

Lucas Lander indaga l'uso del carbone nelle costruzioni ormai figurative, ora astrarre quel vigore estrapolato; Marco Ribeiro presenta opere ispirate all'architettura brutalista in India mentre Bruno Rios ha nella sua ricerca l'uso costante del nero e non lo considera un colore che rimanda alla tristezza, quanti. La tua scelta è per la raffinatezza del monocromatismo. Luiz Martins espone opere in cui le forme si riferiscono ai loro antenati indigeni, basato su rappresentazioni rupestri piene di pigmenti neri, con una profondità che rimanda a cicatrici ancestrali. Le opere di Manoel Veiga esibire risultati astratti, dove dalla manipolazione delle immagini, sottolinea il confronto tra luce e buio.

"’Che cos'è la radice e non il vertice " tratta di come i brasiliani contemporanei sfuggano a due caratteristiche eccezionali dell'arte brasiliana: l'uso del colore e della geometria. Questo è un sondaggio di coloro che vanno contro questa corrente, indagando dentro e fuori, essere brasiliani senza cadere nell'ovvietà dell'immaginario nazionale.

Nella traiettoria della galleria, il monocromo è sempre stato un punto culminante nelle sue mostre. È una delle sue caratteristiche che ora espandiamo e spieghiamo. Il motto principale della curatela è un riflesso dei tempi bui in cui viviamo; il paese si è rattristato e questo fatto giustifica parlare di quest'arte che non è solo celebrazione e più riflessione ”.

Paul Azeco

Esposizione: “Cos'è radice e non vertice
Artisti: Anna Maria Maiolino, Bruno Rios, Frans Krajcberg, José Rufino, Lucas Lander, Luiz Martins, Manoel Veiga, Marco Ribeiro, Mira Schendel, Bro.
A cura di: Paul Azeco
Coordinamento: Daniel Maranhão, Leonardo Servolo, Cassia Malusardi
Apertura: 28 Novembre - sabato – il 12:00 a 18:00
Periodo: di 30 Novembre 2020 A 23 Gennaio 2021
Tempo: da martedì a venerdì, dalle 11:00 alle 19:00; Sabato, dalle 11:00 alle 15:00.
Local: la galleria di base
Indirizzo: Al Franca 1030, Jardim Paulista || 01422-002 | Sao Paulo, SP
Telefono: (11) 3062 6230 || WhatsApp (11) 98327 9775 / (11) 98116 6261
E-mail: contato@galeriabase.com.br
Sito: www.galeriabase.com
Facebook: www.facebook.com/galeriabase
Instagram: www.instagram.com/galeriabase
Numero di opere: circa 40
Tecniche: dipinti e sculture
Dimensioni: vario
Prezzo: R $ 1.500,00 R $ 300.000,00

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*