Casa / Art / Oficina Cultural Oswald de Andrade riceve mostra senza precedenti “[NEL]VISIBILE - Polacco, memoria e resistenza” gli artisti Eva Castiel, Fanny Feigenson e Fulvia Molina
Perspectiva da instalação. Rivelazione.

Oficina Cultural Oswald de Andrade riceve mostra senza precedenti “[NEL]VISIBILE - Polacco, memoria e resistenza” gli artisti Eva Castiel, Fanny Feigenson e Fulvia Molina

parallelamente installazione e recuperare gli eventi storia delle donne ebree sessualmente sfruttati nel quartiere San Paolo di Bom Retiro e Santa Ifigenia agli inizi del XX secolo. Apertura in 26 Ottobre 2019, Sabato, a 14 ore. Ingresso libero

La Oficina Cultural Oswald de Andrade, attrezzature Ministero della Cultura di San Paolo, riceve esposizione "[NEL]VISIBILE - Polacco, memoria e resistenza ", degli artisti Eva Castiel, Fanny Feigenson e Fulvia Molina e curata da Márcio Seligmann-Silva. La realizzazione di nuova installazione, Tavola rotonda gli esperti, spettacoli, oltre visite guidate attraverso il quartiere Bom Retiro, recuperato storia delle donne ebree, portato in Sud America in un sistema di sfruttamento sessuale e la tratta di persone.

pubblicità: Banner Luiz Carlos de Andrade Lima

Nello spazio espositivo del workshop, elementi fisici riferiscono a idee di sepoltura, assenza e oblio questa traiettoria. I visitatori hanno anche accesso a testi audio e inediti che recuperano i ricordi di queste donne ed evidenziano come i loro sforzi possono riguardare la presente, quando più eliminazioni vengono suscitati dal governo federale, e servire come ad esempio per le generazioni future.

La storia della "polacca" è un marchio di resistenza delle donne, scritto da tracce che sopravvivono la cancellazione dei loro ricordi. racconta la indirizzare le giovani donne ebree che hanno lasciato le loro case nei villaggi d'Europa Orientale ed è venuto in Sud America dalla fine del XIX alla metà del XX secolo, illusi con promesse di matrimonio e lavoro, spinto a lasciarsi alle spalle una storia di povertà e persecuzione etnica. Sbarco in città come Rio de Janeiro, Santos e Buenos Aires, si sono trovati sessuale collegato a un ciclo di scansione, controllata da protettori e trafficanti legati alla organizzazione criminale Zvi Migdal.

perché il prostituzione essere condannato dal giudaismo, quelli donne alla fine escluse dalla proprio comunità religiosa, erano impedito a partecipare alle sinagoghe e Essi sono sepolti nelle tradizionali cimiteri ebraici. privandoli di un funerale decente, della massima importanza per la sua tradizione.

il termine "Polacco" Ho avuto un tono dispregiativo, diventando sinonimo di prostituta ebrea, quando ci si riferisce alle loro origini. Essi sono stati stigmatizzati anche da igienisti politiche del governatore Adhemar de Barros, che ha creato un quartiere a luci rosse in via Itaboca, oggi Césare Via Lombroso, Bom Retiro, quartiere, Da quel momento, Fu abitata prevalentemente da immigrati.

Come "Polacco", tuttavia, resistito, mantenendo la vostra identità culturale, religiosa ed etnica, le loro associazioni di mutuo soccorso: come scuole, sinagoghe, associazioni culturali e, anche, proprio cimiteri come il Inhaúma, a Rio de Janeiro, Chora Menino, a São Paulo, e la Cubatao. Essi cultura di una modalità di resistenza.

Su 26 Ottobre, a abertura da exposição conta com dois outros eventos: alle 15:0, l'artista Vic vendite realiza uma perfomance poética sobre a mulher contemporânea e, alle 15:30, gli Coral ICIB Tradizione – Istituto Culturale di Israele Brasileiro faz apresentação de músicas do cancioneiro iídiche.

eventi paralleli:

  • Tavola rotondasu 09 Novembre, il 14 a 17 ore, con gli artisti (Eva Castiel, Fanny Feigenson e Fulvia Molina) e os debatedores: Enio Rechtman, Mariana Esteves (ricercatore), Moses Rabinovicci (giornalista), Paula Janovitch (antropologo) e il curatore della manifestazione Márcio Seligmann-Silva. Non / Stazione Pinacoteca Memorial Resistenza, Largo General Osório, 66, Chiaro;
  • Ride con artisti e l'antropologo Paula Janovitch in giorno 30 Novembre, a 10 ore, la memoria dei luoghi polacchi a Bom Retiro. Uscita: Oficina Cultural Oswald de Andrade. Durata: 2 ore.

Artisti:

Eva Svenick Castiel

Eva Castiel vive e lavora a San Paolo. artista multimediale muove dall'installazione, video arte e arte pubblica. Ha iniziato la sua carriera nel 1980 e faz parte do grupo Casa Blindada desde 2000. Realizou diversas exposições individuais no Brasil e em países como Alemanha, Israele, Ungheria, Nova York e Cina, tra elas: “Infinita”, Valu Oria Galeria, a São Paulo, 2007, "L'Occidente, O Muro ", Rovinare il Franciscan Monastery Kircher, Berlino, 2002 e "Kalk", Galeria Barsikow, a Berlino, 2000. Ha partecipato a diverse mostre collettive, tra elas, "Corpoinstalação", al SESC Pompéia, Sao Paulo, il 2009, "Parallel Biennale", il 2006, “Genius Loci”, l'Istituto Maria Antonia, a São Paulo, 2002, "Vitus", no artecidadezonaleste, Sao Paulo, 2002 e "Westward The Wall", Chiesa em Lutero, a Colonia, 2000.

Fanny Feigenson

Fanny Feigenson, vive e lavora a São Paulo. Si tratta di studenti post-dottorato in Psicologia Clinica presso PUC SP con Peter Pal Pelbart, Dottorato di ricerca in Poesia Visiva presso l'Università di São Paulo. Lei lavora come insegnante nel corso di Architettura e Urbanistica presso Mackenzie University dal 1975. Si concentra la sua produzione in vari media, vídeos e instalações. Na área de Artes Visuais, studia disegno con Yolanda Mohalyi e pittura con Samson Flexor; e strutture, video e interventi con Carlos Fajardo. mostre tenute in Sao Paulo, colonia, Berlino, Chicago e Slovenia, che è stato premiato alla Biennale, con la creazione di un video. In 2016, tenuto una video installazione e l'intervento del suono "per un soffio", il Museo Ebraico e Centro Culturale Unibes, a São Paulo, onde debateu o momento contemporâneo nas cidades e suas diversidades. In 2018 mostra allestita "XXI Arpia" nella storia di Mackenzie Presbyterian University Center.

Fulvia Molina

Fulvia Molina ha la sua attenzione concentrata sulla memoria politica e sociale del paese, in particolare in aspetti di violazioni dei diritti umani, la condizione delle donne, à exclusão social e à migração. É Mestre em Artes pela Escola de Comunicações e Artes da USP, fez residência artística na Faculdad de Bellas Artes da Universidad Politécnica de Valencia, Spagna, no Centre de Diffusion Press Papier de Québec, Canada e Frauen Kunstforum di Hagen, Germania. Seus trabalhos em pintura, incisione, oggetti, fotografia, audio e video cercano di esprimere i diversi strati della realtà frammentazione e riflettere, È percepito ogni volta come aggiornamento di coscienza. Ha partecipato a mostre internazionali di Berlino, Essen, Hagen, Québec e Madrid, entre outras cidades. É coautora e organizadora dos livros “MemoriAntonia – A Alma dois Edifícios” e “Hiatus – Arte, Memoria e diritti umani in America Latina ".

SERVIZIO:
Esposizione: "[NEL]VISIBILE - Polacco, memoria e resistenza ", degli artisti Eva Castiel, Fanny Feigenson e Fulvia Molina
Apertura: 26/10/2019, Sabato, a 14 ore
Durata dell'esposizione: di 28/10 al 14/12/2019
Oficina Cultural Oswald de Andrade
Via Three Rivers, 363, Bom Retiro, Sao Paulo - SP
Telefono: (11) 3221-5558 e 3222-2662
Orari: Dal lunedì al venerdì, il 9 a 22 ore; e il sabato, il 10 a 18 ore
gratuito, ingresso libero
Sito: www.oficinasculturais.org.br

Commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*