Casa / Art / “Os Seres do Mundo” apre al Centro Cultural Correios RJ

“Os Seres do Mundo” apre al Centro Cultural Correios RJ

Elementi zoomorfi ed elementi estratti dalla fauna e dalla flora tropicali sono presenti in una collettiva curata da Marcus Lontra

“In un momento in cui il dibattito sulla conservazione del paesaggio naturale brasiliano raggiunge una dimensione internazionale, è fondamentale presentare questo tema in tutte le sue potenzialità, collaborare per l'elaborazione di proposte che mirino ad integrare armoniosamente l'uomo e il suo ambiente”, dice Marcus Otter, curatrice di “Gli esseri del mondo”. Il collettivo riunisce artisti contemporanei provenienti da diversi stati brasiliani, rappresentato da Galleria Dila Oliveira, Sao Paulo: Alina Fonteneau, Claudio Cupertino, João di Souza, Luca Elia, Rachel Saliba, Selma Parreira, Sergio Helle, e Weimar.




Sculture, dipinti e disegni si articolano nella costruzione di scenari popolati di sorpresa e incanto. Occupa tre stanze del Centro Culturale Correios RJ, dal giorno 11 Agosto, la maggior parte di queste opere ha grandi dimensioni e dialoga con l'architettura dell'edificio in uno stile eclettico.. Otter propone la creazione di un percorso espositivo vario e sorprendente, sottolineando vari aspetti dell'arte contemporanea prodotta in Brasile.

“La nostra galleria definisce la propria azione professionale uno strumento di integrazione tra mercato e istituzioni culturali, collaborando per la sempre più necessaria diffusione del lavoro di importanti artisti nazionali. La mostra 'Os Seres do Mundo' mira a portare al pubblico carioca la produzione di talenti dell'arte contemporanea in Brasile., dice la gallerista Dila Oliveira.




Sugli artisti

Alina Fonteneau

Nato a Cuba e vissuto a Porto Rico, Venezuela e Stati Uniti prima di trasferirsi in Brasile. Amante della natura e osservatore, il tuo lavoro a volte sembra scaturire non solo dalla tua immaginazione, ma dalla natura stessa. riferimenti ai fiori, conchiglie e vita oceanica abbondano nel tuo mondo, un universo di colori unico, forme e movimento, una sintesi del fantastico e dell'organico. asse largo, i semi, le stelle, forme che girano e si aprono al sole, o che brillano dall'oceano o dal cielo, trova la vita nell'infinito movimento a spirale della libertà giocosa e della creatività di Alina.

Ricevi News da Fiere ed Eventi in genere nel nostro gruppo Whatsapp!
*Solo noi pubblichiamo nel gruppo, quindi non c'è spam! Puoi venire con calma.

Opere in mostra: Calla Lilly 4; Giardino dell'Eden II, 2020

Claudio Cupertino

Nato a Minas Gerais, il 1980. Oggi ha sede a San Paolo. Ha iniziato la sua carriera nel corso dell'anno 2011, con piccole stampe con pietre e spugne, tecnica che usi. Ha iniziato il processo di costruzione della sua identità pittorica su carta e oggi dipinge su tela, con la stessa poetica. Il colore ha cominciato a inondare le opere e la sua tavolozza di toni è una parte determinante della sua identità., essere in contrasto con segni di proposte o quasi in bianco e nero, dove la trama parla più forte. Inquieto, Cupertino ha sviluppato la propria tecnica dagli studi sui principi di base della litografia, dopo la sua prima residenza artistica ad Atene, in Grecia, nell'anno di 2012.

Opere in mostra: Montatura, 2021; Trasparenza, 2020 (dalla serie Plots in Reflections)

João di Souza

Nato ad Itabuna, Bahia, la sua attuale produzione artistica presenta fantastici paesaggi tropicali su grandi tele, con un invito allo sguardo a soffermarsi, svelando le complessità tra giocoso ed erotico. La giovinezza dell'artista nel mezzo del ricco bioma degli interni di Bahia viene salvata attraverso queste opere, in cui memoria e fantasia si fondono in composizioni di atmosfere calde e umide. Tali nature fantasiose provocano molteplici prospettive, che istigano la meraviglia dell'ignoto. Quadri su larga scala, più grande di quanto l'occhio capisca, sono riempiti da contorni, volumi e rientranze che suggeriscono corpi nascosti tra tronchi e radici, colori e forme. La sensualità è latente sotto gli strati di pittura a olio, figura e sfondo convergenti in un fenomeno di continua scoperta. Di Souza affronta nella sua produzione la questione del tempo di osservazione, così rilevante per la contemporaneità. Supportato da riferimenti di realismo magico e decostruzione di forme, presenta immagini che richiedono una resa dello spettatore all'esperienza dell'essere e dell'essere in relazione all'arte.

Opere in mostra: Salamandra, 2017; L'isola, 2020

Luca Elia

Si sta laureando in Arti Visive presso l'Universidade do Extremo Sul Catarinense – UNIRE. Vive e lavora a Sombrio, Santa Catarina. Cerca attraverso la pittura, di disegno e ricamo narrazioni simboliche sul processo pedagogico, problematiche ambientali attraverso una visione affettiva e concetti di nazione. È stato selezionato per il programma di mobilità accademica presso la Facoltà di Belle Arti dell'Università di Porto in Portogallo (2020). È stato selezionato per il 46° Ribeirão Preto Art Salon (2021) e per il 17° Salone delle arti visive di Ubatuba (2021).

Opere in mostra: sedia da spiaggia, 2022; Aereo, Pizzo Bilros e Jabuticabeira, 2021; Giardino dell'Eden II, 2020

Rachel Saliba

Nato a Ituna, Minas Gerais, è un artista plastico laureato in Psicologia, formatosi in Psicoanalisi. Dopo aver vissuto in diversi paesi, tornato a vivere in Brasile nel 2016. Da 2010, si è dedicato esclusivamente all'art, in particolare le sue sculture in ceramica.

Opere in mostra: Mascherare, 2012; Movimento, 2012

Selma Parreira

Nato a Buriti Alegre, Goiás, attualmente vive e lavora a Goiânia/GO. L'artista ha iniziato la sua carriera negli anni 80 con vernice, ha partecipato a diversi saloni d'arte e mostre personali e collettive tenute in diverse capitali brasiliane e alcune all'estero. Selma ha conseguito una laurea in Arti Visive e un diploma post-laurea in Arti visive e Cultura presso la Facoltà di Arti Visive/UFG..

Opere in mostra: Un corpo nel mare dell'incertezza, 2021; Untitled, 2017

Sergio Helle

Vive e lavora a Fortaleza, Ceará. Sviluppa un lavoro in cui mescola i più recenti strumenti digitali con le tradizionali tecniche di disegno e pittura.. Con 34 anni di carriera, è stato uno dei primi artisti del Ceará a utilizzare il computer come strumento artistico.

Opere in mostra: La serie risorta, 2020

Weimar

Sono nato, vive e lavora a Ribeirão Preto, Sao Paulo. Da 2010 ha la sua produzione artistica accompagnata da Josué Mattos. Nei decenni del 80 e 90 ha partecipato allo studio di Pedro Manuel-Gismondi. In 2019 è stato premiato al 5° SAP – Piracicaba Watercolor Salon, compreso il suo lavoro nella collezione della Pinacoteca Municipal Miguel Dutra. Ci sono opere nella collezione MARCO (Campo Grande, 2016) e faccio MARP (Ribeirão Preto, 2014). In 2014, ha partecipato al programma di Residenza d'artista a Casa do Sol (Istituto Hilda Hilst, Campinas). Premiato alla mostra Artists of Ribeirão (MARP, Ribeirão Preto, 2001) e al SARP – Ribeirão Preto Art Salon (MARP, Ribeirão Preto, Premio di acquisizione in 1984 e 1986).

Opere in mostra: Orizzonti e curve, 2012; rosso, 1994

La mostra nelle parole del curatore

Il paesaggio è sempre stato il principale riferimento dell'identità nazionale, da Franz Post e le sue prime immagini del continente americano che rappresentano la pianura alluvionale del Pernambuco. Durante il 19° secolo, il paesaggio è strumento della brasiliana e il modernismo se ne appropria, registrando nel corso dei decenni i cambiamenti da paese agricolo e rurale a paese industriale e urbano.. A spettacoli “Gli Esseri del Mondo” riunisce un gruppo di artisti contemporanei che presentano le varie realtà paesaggistiche del Brasile di oggi. È un pannello sintetico della capacità creativa dell'arte e della diversità etnica e culturale che compongono la nazione brasiliana..

Marcus Otter, luglio 2022.

A proposito di Marco Lontra

Marcus de Lontra Costa è nato a Rio de Janeiro. Negli anni 70 ha vissuto a Parigi dove ha vissuto e lavorato con Oscar Niemeyer, poi il marito di tua madre. Ha lavorato con la coppia nella rivista Modulo. È stato critico d'arte per il Globe, Tribuna da Imprensa e Isto é Magazine. Ha diretto la Escola de Artes Visuais do Parque Lage dove ha tenuto la mostra storica “Come stai Geração 80”. È stato curatore del Museo d'Arte Moderna di Brasilia e del Museo d'Arte Moderna di Rio de Janeiro. Ha fondato e diretto il Museo d'Arte Moderna Aloísio Magalhães a Recife. Segretario alla Cultura e Turismo del Comune di Nova Iguaçu. Curatore capo del Premio Marcantonio Vilaça CNI/SESI. Attualmente coordina l'attuazione della Stazione Culturale dell'Olímpia, SP.

Servizio:

“Gli esseri del mondo”

A cura di: Marcus Otter

Apertura: 11 Agosto, Giovedi, dalle 18h alle 21h

Visitazione: di 12 Agosto 24 Settembre 2022

Centro Culturale Correios RJ

Gallerie A, I e II - 2° piano

Indirizzo: Rua Visconde de Itaboraí, 20 - Centro – RJ

Tempo: Dal Martedì al Sabato, da 12:0 a 19:0

Ingresso libero

Contatti Dila Oliveira Galeria:

@dilaoliveira.galeria / (11) 3898-6752/dilaoliveira.galeria@gmail.com

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*