Casa / Art / «Su una lunga strada sabbiosa – La lunga strada di sabbia”

«Su una lunga strada sabbiosa – La lunga strada di sabbia”

100 Gli anni di Pier Paolo Pasolini vengono celebrati con una mostra e una retrospettiva cinematografica al CCBB

Una storia straordinaria in immagini e parole, composto da più di 70 fotografie in bianco e nero di Pier Paolo Pasolini e Paolo Di Paolo, molti dei quali inediti, testi di Pier Paolo Pasolini, video, materiale d'archivio e documenti giornalistici. Nell'anno che avrebbe compiuto Pier Paolo Pasolini 100 anni, l'Istituto Italiano di Cultura di Rio de Janeiro porta in Brasile il esposizione itinerante “Su una lunga strada sabbiosa – La lunga strada di sabbia”, a cura di Silvia Di Paolo, La figlia di Paolo, che condurrà una visita guidata il giorno dell'inaugurazione, 2 Luglio, nel Centro Cultural Banco do Brasile Rio de Janeiro. Lo spettacolo è già stato in tournée a Lisbona e Copenaghen per poi proseguire a Santiago e Tel Aviv. Una curiosità: La collezione di Paolo Di Paolo è rimasta nascosta per decenni, perfettamente conservato, finché non fu scoperto dalla figlia Silvia, nei primi anni 2000.




Accordo tra il Ministero degli Affari Esteri italiano e la Fondazione Archivio Di Paolo ha permesso di girare la mostra in tutto il mondo, con la collaborazione degli Istituti Italiani di Cultura.

“Pier Paolo Pasolini, nelle sue molteplici sfaccettature, è una figura di estrema importanza intellettuale e artistica per il Brasile. em particolare, nel suo ruolo di regista, come dimostrano i suoi rapporti con alcuni protagonisti di Cinema Novo e il fatto che lo sia, oggi, fonte di ispirazione per i registi brasiliani. È in relazione all'immagine, unità di base del cinema, che Pasolini amplia esponenzialmente i suoi strumenti espressivi e, come lui stesso ha affermato in un'intervista, riesce a liberarsi dai limiti della lingua italiana e ad aprirsi a una forma di comunicazione universalmente valida. Per questo è di grande importanza per noi portare due iniziative culturali che abbiano l'immagine come mezzo espressivo., l'immagine fotografica, alla mostra “Su una lunga strada sabbiosa”, e l'immagine filmica, nella mostra “Il cinema secondo Pasolini”. La mostra, attraverso le fotografie di Paolo di Paolo ei testi di Pasolini, ci accompagna in un interessante viaggio nell'Italia del boom economico, lo stesso di, nelle sue dinamiche socio-politiche e culturali, ha stimolato una parte sostanziale del pensiero critico dello scrittore. Crediamo che l'intersezione delle due lingue, il fotografico-giornalistico e il filmico, nel programma che l'Istituto Italiano di Cultura, in collaborazione con CCBB, offerte al pubblico brasiliano nel mese di luglio, possa consentire un approfondimento ancora maggiore del lavoro di questo importantissimo intellettuale e artista”, dice Livia Raponi, direttore dell'Istituto Italiano di Cultura di Rio de Janeiro.

La programmazione comprende una retrospettiva cinematografica composta dal ciclo “O Cinema Secondo Pasolini” e la prima nazionale del film documentario Il Giovane Corsaro (Il giovane corsaro) de Emilia Marrese, Italia, 2022, al di là dei dibattiti. L'agenda non si apre giorno 2, al cinema CCBB, com “Accattone – disadattamento sociale” (1961) e segue com “Il Vangelo Secondo Matteo – Il Vangelo secondo Matteo” (1964), “Mamma Roma” (1962), “Uccellacci e Uccellini – falchi e uccelli” (1966), “Edipo Re – Re Edipo” (1967), fino al giorno 10 Luglio. ancora in questo ciclo, ci sarà la proiezione di “Comizi D'amore – manifestazioni d'amore" (1965), nessun Istituto Italiano di Cultura.

Nell'ambito della celebrazione del centenario di Pasolini è previsto un altro ciclo espositivo, dal titolo “Caro Pier Paolo”, alla Cineteca MAM, che dovrebbe avvenire a fine mese.

Il contesto storico si riferisce all'inizio del miracolo economico

Arturo Tofanelli, direttore dei mensili Successo e Tempo (settimanalmente), confia a Pier Paolo Pasolini e a Paolo Di Paolo, che fino ad allora non si conoscevano, un reportage sulle vacanze estive italiane, pubblicato in tre capitoli sulla rivista Successo, il 1959. Il contesto storico della mostra rimanda all'inizio del miracolo economico, quando l'Italia cercava di dimenticare la miseria causata dalla guerra e cercava un nuovo concetto di benessere. Lo scrittore e fotografo ha intrapreso un lungo viaggio on the road con l'idea di attraversare l'Italia lungo la costa., dal Tirreno all'Adriatico, Da una parte all'altra, per documentare l'arduo percorso “progresso” e le contraddizioni che ha scatenato. Nacque così un complesso e delicato sodalizio tra i due intellettuali, che si è consolidata nel rispetto e nella fiducia reciproci. “Pasolini cercava un mondo perduto di fantasmi letterari, un'Italia che non c'era più", recorda Di Paolo. “Cercavo un'Italia che guardasse al futuro.” Ogni immagine è una storia raccontata con cura fotografica e realismo. Anche se i temi sono per lo più immortalati durante una vacanza al mare, molte delle fotografie contrastano con una condizione di povertà legata a un passato recente. In Italia all'epoca, bikini e pantaloncini, simboli dell'emancipazione femminile, coesistono con veli oscuri pieni di dolore; il contrasto tra i vacanzieri rilassati, disinibita ed emancipata e la popolazione locale è spesso evidente. Un viaggio per riscoprire com'era l'Italia di allora, confrontare i sogni, contraddizioni, illusioni presenti e passate, lungo la perenne strada sabbiosa.

Scopri di più sulla curatrice Silvia Di Paolo

Silvia Di Paolo è nata a Roma, il 1977. Dopo aver conseguito il diploma sperimentale artistico in una scuola di Disegno Grafico, cura come Direttore artistico e progetti editoriali di Designer, pubblicità e comunicazione. In 2011, trovato il sito Supernatura Visionario Illimitato avviare nuove collaborazioni nell'industria cinematografica e della moda per la ricerca sull'immagine, la creazione di Tavole d'umore e trattamenti visivi per le sceneggiature. In 2017, riceve dal padre la donazione del suo archivio fotografico, che mantiene come curatrice e archivista.

Servizio:

«Su una lunga strada sabbiosa – La lunga strada di sabbia”, de Paolo Di Paolo e Pier Paolo Pasolini

A cura di: Silvia Di Paolo

Esposizione

CCBB - 4º andar

Apertura: giorno 2 Luglio, Sabato, às 17h

Visitazione: di 3 da luglio a 2 Agosto 2022

Ingresso libero. Non è richiesta la biglietteria

Retrospettiva cinematografica

CCBB – Cinema I (98 luoghi)

2, 3, 8, 9 e 10 Luglio, às 18h

Biglietti gratuiti disponibili sul sito di Eventim o al botteghino, dalle ore 9 del giorno di ogni sessione.

Centro Cultural Banco do Brasil

Indirizzo: First Street Marzo, 66 - Centro - Rio de Janeiro

Telefono: (21) 3808-2020

Funzionamento: secondo, das 9h às 21h; Martedì, Chiuso; Dal mercoledì al sabato dalle 9:00 alle 21:00 e la domenica dalle 9:00 alle 20:00.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*