Casa / In evidenza / Il giro 6 è la serie più vista nella storia di Netflix. E questo è motivo di preoccupazione per genitori ed educatori

Il giro 6 è la serie più vista nella storia di Netflix. E questo è motivo di preoccupazione per genitori ed educatori

La serie coreana è diventata un grande successo tra il pubblico dei bambini. Fabiano de Abreu dottore in neuroscienze e psicologa Leninha Wagner avvertono che la classificazione per età non viene rispettata, cosa può portare problemi alla salute mentale di bambini e adolescenti.

Lo scorso martedì sera, Netflix ha confermato che il produzione Il coreano è diventato il più visto nella storia della piattaforma, con 111 milioni di visite. In onda dal giorno 17 Settembre, il suo contenuto ha attirato l'attenzione di genitori ed educatori di bambini e adolescenti, anche se la tua fascia d'età è indicata per gli over 16 anni.





Vista la ripercussione della serie, molto si è detto sulla violenza gratuita presentata nei suoi episodi. La situazione peggiora quando ti rendi conto che la classificazione per età non viene seguita, "e questo può influenzare la percezione e il comportamento dei più giovani", avvisa il PhD, neuroscienziato, psicoanalista e biologo Fabiano de Abreu. "Quando guardi queste produzioni piene di contenuti violenti, bambini e adolescenti finiscono per 'normalizzarsi' e prenderlo come qualcosa di comune", gli highlights.

Informazioni sugli effetti di questi programmi sulla salute mentale, Aggiunge: “Non possiamo mai generalizzare. L'essere umano è derivato dal genotipo e dal fenotipo, questo prima come precursore e questo secondo come risultato dell'esperienza con l'ambiente esterno come educazione, creazione, influenze, traumi, intelligenza, tra ogni altro fattore che interferisce con la personalità che rivela comportamenti che possono sfociare in conseguenze in altre fasi della vita. Un bambino può vedere qualcosa di brutto e non ripeterlo., con la consapevolezza che non va bene o non va bene, come puoi voler ripetere la sfida o voler attirare l'attenzione. perché persone diverse, rispondere in modo diverso allo stesso stimolo. Pertanto, ciascuno deve essere osservato individualmente, compresi, nella sua influenza sugli altri".

Inoltre, lo psicologo e neuropsicologo Leninha Wagner spiega che "siamo una specie in continua evoluzione e possiamo sempre 'migliorare', anche se non abbiamo la condizione per 'modificare'. Inoltre, "ognuno di noi porta le proprie idiosincrasie, e non puoi scambiare l'essenza con l'apparenza. Perché l'inautenticità è il più grande generatore di frustrazione e depressione. Ma dal riconoscimento e dall'identificazione del nostro profilo affettivo, possiamo promuovere modi di sentire più sani. L'interfaccia tra Istruzione e Salute Mentale è un bisogno urgente, perché le prossime generazioni possano essere contemplate con il più grande strumento di trasformazione della realtà: conoscenza di sé e potere di scelta. Bisogna conoscersi per imparare a scegliere il meglio per ciascuno a favore di tutti", completare.

Per chi non ha guardato, la trama della serie utilizza semplici giochi per bambini come: ‘ Chip 1,2,3’, "Capo di guerra", 'Marmi' e altri, uccidere le persone "a sangue freddo" che non raggiungono l'obiettivo finale.

Credits: Jennifer de Paula.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*