Casa / Art / “Transizioni nascoste” presenta fotografie di due artisti al CCCRJ

“Transizioni nascoste” presenta fotografie di due artisti al CCCRJ

"Transizioni nascoste"

Rose Aguiar e Sandra Goncalves apresentam fotografias em duas salas no Centro Cultural Correios RJ

Quale prospettiva ibrida può assumere un'immagine? Passando attraverso il documentario e l'immaginario, questa è la proposta di esposizione "Transizioni nascoste", che riunisce opere di artisti visivi, docenti e ricercatori Rose Aguiar e Sandra Goncalves. Dal giorno 5 Maggio, ognuno occuperà una stanza al piano terra del Centro Cultural Correios RJ, sotto la curatela di Quota Azevedo, per un totale di 60 fotografie.





Le composizioni presentate sono organizzate in due gruppi di colori visivi: Blu, con immagini che toccano l'astratto con il tema “acqua”, di Rose Aguiar; e il rosso, colore scelto da Sandra Gonçalves per esprimere le problematiche femminili.

Il punto in cui le narrazioni presentate convergono è il contesto di transito tra un qualche luogo nella memoria iconografica e la finzione.. Sia Rose che Sandra trattano la fotografia come un campo che istiga la visione oltre lo sguardo., o dalla distorsione della successiva sovrapposizione dell'immagine o dall'approssimazione del punto focale ritratto. La narrazione del concept delle opere è facilmente stabilita. È necessario un atto di "cominciare a vedere"., che non riconosce un percorso esatto di identificazione con la realtà meramente mimetica.

“Il campo formale del documentario, del record, viene contaminato dal soggettivo e dall'immaginario in “Occult Transience”. Se c'è uno spazio per il discorso della creazione di un'opera che non può essere catturato dall'altro, nella fotografia ci sarebbe allora una visione miope. Qualcosa di una certa incapacità linguistica di tradurre completamente l'immagine ritratta. Anche quando c'è una registrazione credibile della realtà, il fatto, a foto, diventa un territorio carico di specifici simboli occulti e pieno di un'ambivalenza dell'immagine documentata, della quale, a volte, diventare invisibile. Spesso, Non dichiarato. Secondo Susan Sontag, pensatore e critico d'arte, la fotografia è l'inventario della mortalità. Così, transitorio e nascosto”, dice il curatore, Quota Azevedo.

Il reale è astratto o no? Questo è ciò che Rose Aguiar sembra interrogare nelle sue foto acquatiche. Il tema scelto può collocare lo spettatore nel contesto della scena proiettata: un partecipante attivo, o uno voyeur voler entrare nello scenario immaginato. Le lunghezze focali corte possono articolare una storia ambigua. La scelta della composizione nelle sue fotografie mostra anche la natura mutevole di un'immagine.. La vitalità trova il suo ponte anche in Sandra Gonçalves. Scelta della tavolozza dei colori forti (rosso, carnale e carnivoro) delle tue foto viola il solito scenario, come se la proposizione dell'immagine testimoniasse il suo tempo ei suoi attraversamenti. L'artista sceglie di porre domande sul femminile attraverso un susseguirsi di strati fotografici., in un'infinità di letture strutturali e storiografiche dove i temi non sono banali.

Scopri di più sugli artisti

Rose Aguiar nato a Ceará, è cresciuto a Rio de Janeiro e da allora vive a Nova Friburgo 1979. Laurea in arti (Educazione artistica) no Bennett, ha tre polveri – lauree (Universo, UNIRIO e UNB) nella stessa zona. Opere con disegno, intaglio in legno, acquerello e fotografia per oltre 40 anni e attualmente la sua ricerca si rivolge alla fotografia, con il tema “Acqua”, con immagini che istigano e provocano estraniamento nello spettatore. Ha tenuto mostre personali e collettive in Brasile (Fortezza, Goiás, Sao Paulo, Porto dei polli, Rio de Janeiro e Nova Friburgo) e all'estero (Nova York, Portogallo, Osaka, Parigi, Palermo, Milano). Ha partecipato per quattro anni a mostre di MUSA Contemporary Art in diverse città europee e con la Heclectik Art Gallery. Ha lavorato per 30 anni come insegnante d'arte presso la rete educativa statale di Nova Friburgo (IENF). I suoi insegnanti erano Ivan Serpa, Lydio Bandeira de Melo, Eduardo ha citato, Antonio Grosso e Chalib Jabour, orientamento di Lia do Rio, Zoé Marcia Ramos, Sara Figueiredo.

Sandra Goncalves è nato nella città di Rio de Janeiro e attualmente vive e lavora a Porto Alegre. È un artista visivo, fotografo, professore e ricercatore presso l'Università Federale del Rio Grande do Sul (UFRGS). Da 2000, l'artista si dedica al linguaggio della fotografia, lavora sia con la tecnica della fotografia analogica che digitale, producendo un'immagine ibrida. Entrambi i processi sono legati a riflessioni sull'essere-nel-mondo contemporaneo. Il tuo curriculum conta più di 40 mostre, più sette singoli, a livello internazionale e nazionale. Sempre quest'anno ha pubblicato il libro fotografico “Cápsula” dell'editore Origin., sui lavoratori in attività malsane, nel caso specifico di centrali a carbone esistenti nel centro urbano della città di Rio de Janeiro. Sandra è stata selezionata nell'avviso pubblico di occupazione Centro Histórico Cultura da Santa Casa de Porto Alegre. 2022. La mostra è prevista per settembre di quest'anno a Porto Alegre, RS.

Servizio:

"Transizioni nascoste" – Rose Aguiar e Sandra Gonçalves presentano fotografie

Apertura: giorno 05 Maggio, Giovedi, alle 16:0

Periodo: di 06 Possa il 04 Giugno 2022

A cura di: Quota Azevedo

Ufficio stampa: Avviso sulle comunicazioni di BriefCom (Bia Sampaio: +55 21 98181-8351/ biasampaio@briefcom.com.br)

Local: Centro Culturale Correios RJ – piano terra

Indirizzo: Rua Visconde de Itaboraí, 20 - Centro – RJ

Visitazione: Dal Martedì al Sabato, da 12:0 a 19:0

Ingresso libero

contatti dell'artista:

Rose Aguiar, artista visivo roseaguiar28@icloud.com +55 22 99831-8058 @roseaguiarfotoarte

Sandra Goncalves, sandrapgon@terra.com.br sandrapgon@terra.com.br +55 51 9935-9802 @sandramlpgoncalves

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*