Casa / Art / Prestazioni contrassegno interculturale Biloura occupazione nel laboratorio culturale Oswald de Andrade
Prestazioni Spiro Biloura. Foto: Reach Naretti.

Prestazioni contrassegno interculturale Biloura occupazione nel laboratorio culturale Oswald de Andrade

Con la realizzazione di due rappresentazioni, un workshop e un
Tavola rotonda, il collettivo artistico Biloura Intercultural Theatre Collective
Esso presenta la seconda parte del progetto EFFIMERIA, che ha avuto inizio in
2015 Italia. In nomi, ogni performance mostra, gli
pubblico viene accolto per una cena, dove le conversazioni, confessioni, musica
e danza raccontano la storia di un amore a tre autobiografico

Nato nel 2013 in Piemonte, Italia, Interculturale Biloura Teatro collettiva è un collettivo artistico che agisce di modo interculturale e multidisciplinare nelle arti dello spettacolo. Il gruppo, comprende cinque artisti collegati arti dello spettacolo, danza, musica,studi di filosofia e culturali, eseguita di 15 al 20 Febbraio al OCCUPAZIONE INTERCULTURALE BILOURA Workshop sulla Cultural Oswald de Andrade. dialetto italiano della regione Rueglio, Biloura significa ora, mentre parliamo. La parola appare anche comunemente negli stati brasiliani di Paraíba e Rio Grande do Norte, con il significato di follia o di accesso follia, vertigini e sincope.

Performance Nomes. Foto: Dalton L. Watabe.

Nomi di performance. Foto: Dalton L. Watabe.

Formata da Angela Rottensteiner (Austria), Eduardo Colombo (Brasile), Silvia Ribero (Italia), Tiago Viudes (Brasile) e Victor Kanashiro (Brasile), le esegue collettivi durante l'occupazione di due spettacoli - nomi (giorno 18 Febbraio, Giovedi, a 19 ore) e Spiro (giorni 19 e 20 Febbraio, Venerdì e Sabato, a 20 ore) -, un workshop e una tavola rotonda. Tutte le attività sono gratuite.

La OCCUPAZIONE INTERCULTURALE BILOURA Essa mostra al pubblico di San Paolo, la seconda parte del progetto a lungo termine EFFIMERIA, dedicato alla vicinanza del tema a morte, che ha avuto inizio in 2015 Italia. Con il progetto il collettivo vuole pensare alla morte con la grazia, ironia, poesia, ma anche con la luce e con tutti i colori che può essere utile per liberarla dalla sfera scura di un tabù sociale. Così, parlando della morte, il Biloura una riflessione sulla vita, il modo in cui le persone trascorrono le loro giornate, il valore che forniscono e le scelte che fanno ogni momento, fuori discussione la transitorietà dell'esistenza umana.

Eduardo Colombo, uno dei membri del gruppo, la modalità di ricerca artistica Biloura presuppone che la costruzione di identità e apertura alle differenze sono rafforzati dallo scambio con l'altro. "Se, da un lato,, le differenze culturali possono essere ostacoli al meeting, l'interazione interculturale può rafforzare l'integrità e il rispetto, preservare le ricchezze naturali e la costruzione di nuove conoscenze e modi di vita. Il contatto con l'altro diventa invito a rivedere te stesso ", Egli spiega.

L'amore per tre autobiografico

Il pasto è uno dei rituali quotidiani della vita familiare. prestazioni na nomi, il pubblico viene ricevuto per una cena (con ingresso, piatto principale e dessert) da artisti brasiliani Biloura: Eduardo Colombo, James e Victor Viudes Kanashiro. Tra la bevanda e il cibo, conversazioni, confessioni, angoli, storie, danze e le azioni raccontano la storia di un amore a tre autobiografico.

Secondo Tiago Viudes nomi è, subito, continua ricerca e il lavoro performativo strofinando i confini tra vita e arte, intimità e alterità, presenza scenica e la presenza quotidiana, e rende il pubblico complice e partner di relazione affettiva vissuta dal trio di artisti negli ultimi tre anni. "Le situazioni di rotta e di ristoro si ispirano rituale Pessach (Pasqua ebraica) e nel libro biblico esodo, da cui il percorso ritiro di uno stato ad uno stato di libertà è riespresso attraverso relazioni tra cibo e memoria ", Egli dice.

Per la composizione dramatistic, Il gruppo utilizza anche il testo e gli angoli in ebraico, Portoghese, uchinaguchi e yoruba, la creazione di una narrazione scenica che attraversa discussioni contemporanee intorno identità, genere e la sessualità, tradizione e modernità.

pubblicità: Banner Luiz Carlos de Andrade Lima

Vicino alla morte

Presentato in Italia in spazi non convenzionali come il Priorato di Santo Stefano del Monte (XI secolo); la Confraternita della Chiesa di Santa Marta, in Agliè; il polifunzionale Sala Torre Canavese e la sinagoga della città di Ivrea, le prestazioni Spiro E 'ispirato da una condizione / situazione critica: vicinanza con la morte. Una condizione umana comune, tradotto in gioco attraverso una veglia funebre, dove cinque figure accompagnano il pubblico in un viaggio attraverso indicibili ed effimero, rivelando a poco a poco la fragilità, la faccia forza e la bellezza umana della morte. La presentazione si muove sottilmente nel fumetto, no poetica, non assurdo, la composizione del suono e immagini visive sostenuto dalla presenza dei cinque esecutori Biloura.

Con Spiro, il Biloura continua inoltre la sua ricerca sui limiti di territorio artistico, riflettendo sulle possibilità di occupazione di spazi non teatrali in contemporanea. A seguito percorsi di performance precedenti, il gruppo mette gli artisti e il loro processo di servizio e nel dialogo con l'architettura e il paesaggio dei luoghi scelti, trovare le caratteristiche dei vari luoghi di adattarsi solo per la struttura performativa.

Il processo artistico Spiro coinvolto anche l'assistenza della danzatrice italiana Raffaella Soluri, il cantante mozambicano Lenna Bahule e maestro di danza tradizionale Ryukyu Satoru Saito.

Le arti dello spettacolo e interculturale

Di 15 al 19 da febbraio a OCCUPAZIONE INTERCULTURALE BILOURA realiza o laboratorio Narrazioni del corpo-voce: Ascolto e azione al fine di condividere il lavoro con gli attori Biloura, ballerini, cantanti, drammaturghi, interpreti e registi interessati a corpo-voce come veicolo per la creazione e la composizione.

Nel corso della giornata 16 Febbraio, Martedì, a 19 ore, Succede la tavola rotonda Performing Arts e interculturale - Zone di contatto e trasformazione. Coordinato da Victor Kanashiro (performer Biloura e dottorato di ricerca in Scienze Sociali presso Unicamp) e la partecipazione di attrice italiana Silvia Ribeiro e cantante mozambicano Lenna Bahule, l'incontro si discuterà le sfide e le possibilità di arti dello spettacolo e zona di contatto interculturale. Dalla ricerca del Collettivo e l'esperienza di un laboratorio di creazione teatrale con un gruppo di rifugiati nigeriani in Italia, il Biloura apre alla riflessione: Quali sono il contributo di possibilità di contatti interculturali per le arti dello spettacolo? Quali sono il contributo di possibilità delle arti dello spettacolo per i contatti interculturali?

A proposito interculturale Biloura Theatre Collective

Biloura è un collettivo artistico che agisce di modo interculturale e multidisciplinare nelle arti dello spettacolo. Nato nel 2013 no Piemonte (Italia), il gruppo è stato consolidato attraverso un intenso lavoro di ricerca e di creazione, l'esecuzione di progetti, spettacoli e workshop in Italia, Svizzera, Francia, Spagna / Isole Canarie e il Brasile. Il gruppo sviluppa la sua ricerca dalle sue due sedi: Italia, nella città di Alice Superiore, e di recente in Brasile, in Taiaçupeba quartiere / Mogi das Cruzes-SP, accanto al Samauma residenza rurale artistico. per Biloura, sensibilità interculturale è una parte fondamentale dello sviluppo umano e del processo creativo, soprattutto in tempi moderni. Comprendere le arti dello spettacolo come spazio privilegiato in cui soggettività, organismi e culture entrano in contatto, il Biloura cercando artisticamente approfondire rilevanti questioni socio-culturali al confine tra tradizione e contemporaneità. La ricerca artistica del gruppo è caratterizzato da un teatro performativo che esplora la poesia, musica, danza e arti visive in un linguaggio espressivo unico. Le prestazioni Biloura creano azioni poetiche e visive multilinguísticas esperienza come quadro.

Per script:

OCCUPAZIONE INTERCULTURALE BILOURA -Di 15 al 20 Laboratorio febbraio in Cultural Oswald de Andrade.

Spettacoli

NOMI -Giorno 18 Febbraio, Giovedi, a 19 ore.

Eduardo Colombo, James e Victor Viudes Kanashiro.

Capacità: 40 luoghi. indicazione libero. Durata: 150 minuti.

biglietti di astinenza con - gratis 30 minuti in anticipo.

SPIRO -Giorni 19 e 20 Febbraio, Venerdì e Sabato, a 20 ore.

Angela Rottensteiner, Eduardo Colombo, Silvia Ribero, James e Victor Viudes Kanashiro.

Capacità: 40 luoghi. indicazione libero. Durata: 45 minuti.

biglietti di astinenza con - gratis 30 minuti in anticipo.

laboratorio

Narrazione del corpo-voce: ASCOLTO E AZIONE -Di 15 al 19 Febbraio, Dal lunedì al venerdì, il 14 a 17 ore.

15 posti vacanti. Registrazione fino al 8 Febbraio. Adatto a partire dai 16 anni.

Tavola rotonda

Arti dello spettacolo e INTERCULTURALITÀ - ZONA DI CONTATTO E TRASFORMAZIONE -Giorno 16 Febbraio, Martedì, a 19 ore.

Coordinamento: Victor Kanashiro.

Silvia Ribeiro e Lenna Bahule.

Capacità: 40 luoghi. più elevato per l'indicazione 16 anni. Durata: 150 minuti.

biglietti di astinenza con - gratis 30 minuti in anticipo.

Laboratorio culturale DE ANDRADE OSWALD - Via Three Rivers, 363 -Bom Retiro (stazione della metropolitana vicino Tiradentes). Informazioni (11) 3222-2662. orario di ricevimento - Lunedi a Venerdì, il 9 a 22 ore e sabato, il 10 a 18 ore. www.oficinasculturais.org.br

Commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*