Casa / Art / La mostra “Tutto nel mondo sono persone”, di Benoit Fournier nello spazio artistico Z42 ha il sostegno dell'Alleanza francese e del Consolato di Francia a Rio de Janeiro
la pianta è il corpo, di Benoit Fournier - Installazione nella torre d'arte Z42. Radici, viti, ceneri degli incendi del Pantanal e della foresta atlantica, terra nera, terra rossa.
la pianta è il corpo, di Benoit Fournier - Installazione nella torre d'arte Z42. Radici, viti, ceneri degli incendi del Pantanal e della foresta atlantica, terra nera, terra rossa.

La mostra “Tutto nel mondo sono persone”, di Benoit Fournier nello spazio artistico Z42 ha il sostegno dell'Alleanza francese e del Consolato di Francia a Rio de Janeiro

Lo spettacolo presenta la nuova produzione dell'artista, con 15 fabbrica, tre installazioni, la proiezione della video arte Benoit – Espírito das Plantas e la poesia “Arte Benoit”, realizzato appositamente dal mio amico e artista plastico brasiliano, Ernesto Neto.

Le opere di Benoit riflettono le sue preoccupazioni per le urgenze della vita e i suoi flussi. Il suo processo creativo cerca di dare al pubblico l'opportunità di pensare al nostro rapporto con la natura. La curatela è dello storico dell'arte, insegnante e curatore indipendente, Bruna Costa e il curatore della Parque Lage School of Visual Arts, Ulisse Carrilho.

Apertura: 21 da ottobre a 13 de novembre di 2021, nella galleria dello spazio d'arte Z42.

Per partecipare è necessario un agente.precedente dando attraverso il numero: (21) 9 86335916

Francese Rio de Janeiro Alliance e Consolato di Francia a Rio de Janeiro aperto il giorno 21 Ottobre, às 18h, nella galleria dello spazio di Z42 arte (R. Filinto de Almeida, 42 – Cosme Velho, Rio de Janeiro – RJ, 22241-170), la Mostra"Tutto nel mondo sono persone", di Benoit Fournier, artista francese, residente in Brasile per 15 anni e svolge ricerca artistica dall'inizio della pandemia ad aprile 2020, in un contesto di introspezione vissuta nel suo contatto con la foresta e nel suo studio, nello spazio di Z42 arte. Si ripensa il rapporto con la natura: la natura percepita come un insieme di esseri viventi.





Su 21 Ottobre, A partir la 18h, un altro cassetto di questa nuova produzione artistica di Benoit Fournier, con 15 fabbrica, tre installazioni, una proiezione e il respiro dell'artista Ernesto Neto, che ha scritto la poesia “Arte Benoit”, soprattutto per l'amico.

Questa mostra si propone di ripensare la nostra riconnessione con la natura e con noi stessi. È un invito per noi a sentirci vivi dopotutto, tutto si muove in un flusso di colori, esseri e corpi interconnessi“, spiega Benoit Fournier.

nel centro di esposizione è l'installazione La pianta è il corpo, la radice madre che rinasce e si trasmuta dalle ceneri, collegato all'universo da un cordone ombelicale, connettendo tutti gli esseri. Le radici rosse sono come un prolungamento delle vene, il sangue delle piante, i nostri succhi che permettono la comunicazione tra noi esseri viventi: umano, animali, verdura, minerali, rios… Per l'artista, siamo tutti connessi, tutto è connessione.

In una sorta di gioco curatoriale, per rendere esplicite le preoccupazioni dell'artista circa l'urgenza della vita e dei suoi flussi, il curatore Bruna Costa, responsabile del primo allestimento dello spettacolo, ha invitato Ulisse Carrilho, anche curatore, per ripristinare l'esposizione.

"in un dialogo franco, l'idea è di esercitare negoziazioni e collettività nel processo decisionale. La prova che “tutto nel mondo sono persone” parte di una complessa comprensione dell'interrelazione tra soggetti e oggetti, idee e sensazioni, fatti e finzioni. Come secondo capitolo o movimento, mostrare reanima-se: non si tratta solo di spostare le cose, ma per sottolineare che nulla è fisso e tutto è in movimento. La poesia del respiro dell'artista Ernesto Neto, presente dal primo spettacolo, già sottolineato l'importanza di esercitare frizioni, dialoghi e interferenze", dice il curatore Ulisses Carrilho.

Su 7 Settembre, a cura anche di Bruna Costa, Benoit Fournier ha aperto la mostra sangue verde, Terra nera, obiettivi dal vivo, una mostra personale che ha messo in mostra parte della recente produzione dell'artista nello spazio culturale Z42, dov'è il tuo studio?.

Sono i momenti salienti dello spettacolo Tutto nel mondo sono persone", le costruzioni: "L'obiettivo è la terra", Fonte, terra nera, freccia, piuma di ara, nylon (35x40x15 cm), "L'uccello", rami e radici (140 x 150 diametro cm) e"Xikuvimi”, una fotografia di una parte dell'installazione Espirito das Plantas, che è composto da strutture vegetali della pianta Adiantum capiaus-generis, abbinato a stampe su fogli fotografici realizzati con popolazioni indigene HUNI Kuin, Yawanawá e Guaranì. A ocupação cobre grande parte do teto levemente abobadado do espaço expositivo, creando una sensazione di immersione in un ambiente mistico e contemplativo.

"Essi, nella contemporaneità, l'arte cerca di passare da una costruzione storica sacra per riprendere il suo rapporto con la vita e la quotidianità, questa consapevolezza non può fare a meno di epistemes che non hanno creato questa separazione cartesiana tra arte e vita. Da qui il desiderio dell'artista di portare elementi di una cosiddetta natura, non solo nelle forme, temi e materiali, ma il vero fulcro di tutto ciò che fai. Prendo in prestito il termine che Ernesto Neto usa per riferirsi a Benoit: "Plantastista", un essere che produce una sorta di arte vegetale, mezzi tecnici. E questa simbiosi è all'altezza di ciò che si materializza in questi ambienti, dice il curatore Bruna Costa.

In 2013, Benoit ha vinto il Prix ​​​​Photo Web di Alliance Française con le prove Terre d'acqua. E atualmente além do apoio para esta exposição, Benoit e Alliance Française stanno sviluppando contenuti per laboratori d'arte per un pubblico giovane.

anche ad ottobre, nel suo atelier nello Spazio da Z42 arte, Benoit apre il Programma di laboratori artistici per bambini, con ospiti che dialogano con la loro arte. Secondo lui, será uma introdução ao mundo das tintas naturais. A atividade irá ensinar como fazer tintas com pigmentos naturais, utilizzando solo materiali organici, tutto intuitivamente, guardando la natura. Una proposta di sperimentazione, per far sì che i bambini creino i propri colori e interagiscano con l'ambiente, sempre con molto rispetto per la natura.

Non giorno 30 Ottobre, alle ore 12.00, l'ospite dei laboratori per bambini è l'artista di Rio de Janeiro Rona, che vive e produce le sue arti nel suo spazio creativo “gas, situato a Boca do Mato, una comunità nel quartiere di Lins e Vasconcelos. insieme a benoit, guiderà i figli di Progetto Porta Blu, onde Rona desenvolve atividades para as crianças de sua comunidade e onde vive há muitos anos.

"In questo giorno, sarà un laboratorio sensoriale di pitture naturali con i figli del progetto della mia amica artista Rona. A ideia da oficina é se reaproximar da natureza e criar com ela !!! Collegare, permettersi, vivi il momento presente, provare il nuovo, il contatto con la natura.", dice beneit.

RONA, artista carioca, vive e produce da LINS. non piove, come dice lui stesso, si è laureato con la Libertà che ha sempre cercato di creare! Le tue creazioni visive nascono dalla scrittura o dal corpo stesso, essere interpretato in vari campi: Dipinti, Disegni, Costumi, Scenari, ricamo, Strutture, Video… Il tuo spazio creativo chiamato “gas” a Boca do Mato/Lins è il tuo Terreiro Maker of Art, dove tiene i Laboratori PORTA AZUL con attività per i bambini della sua comunità. @ronaartista

Il laboratorio è per i bambini di 6 al 10 anni. La capacità è fino a 8 Bambini, previo appuntamento, attraverso il numero: (21) 9 86335916.

Lo spettacolo"Tutto nel mondo sono persone", di Benoit Fournier visitabile nello spazio del Z42 arte (R. Filinto de Almeida, 42 – Cosme Velho, Rio de Janeiro – RJ, 22241-170) attraverso la programmazione: (21) 9 86335916, fino al giorno 13 Novembre 2021.

Circa l'artista

Benoît Fournier (Francia, 1981) è l'artista delle piante?, vive in Brasile dal 2006. Ha studiato presso la Scuola di Arti Visuali di Parque Lage, a Rio de Janeiro. Nel suo repertorio ci sono fotografie insieme, dipinti, sculture, e non cose. Seu processo criativo procura dar-nos a oportunidade para pensar sobre a nossa relação com a natureza. Allo stesso tempo, supporto, soggetto e ispirazione, l'elemento naturale è centrale e primordiale nel tuo lavoro.; escolhe os suportes efêmeros buscando uma revelação transformadora. Sua pesquisa resulta do interesse pela conexão entre as coisas vivas. Sia sul piano visibile che invisibile, animali, umano, verdure e fiumi vivono e scorrono in un'interconnessione che chiamiamo natura. In questo senso, "tutto è natura", come dice Ailton Krenak. E il lavoro di Benoit Fournier si immerge in queste connessioni di natura a volte disprezzata. L'artista propone così uno sguardo intimo e profondo a questo rapporto dell'essere con il mondo.

Ha esposto regolarmente in mostre personali e collettive in Brasile e all'estero, come nelle gallerie Blue Sky (Portland, 2017), Spazio L (Ginevra, 2019), na Bienal D'Issy (Parigi, 2019). Seus trabalhos integram coleções públicas e privadas.

@benoit_bento

www.benoit-fournier.com

Informazioni sui fiduciari

Bruna Costa (Rio de Janeiro, 1993), è uno storico dell'arte, insegnante e curatore. Laureata in Storia dell'Arte EBA/UFRJ con un periodo intermedio presso Sapienza Università di Roma, Italia (Erasmus EBW + scambio 2015-2016). Master in Arti Visive, nella linea di ricerca Storia e Critica d'Arte di PPGAV/UFRJ. Ha interessi di ricerca nell'arte moderna e contemporanea brasiliana. Tra i progetti eseguiti, evidenziare la co-curatoria di “A title precario” al Phábrika Cultural Center (2018), co-curato alla “1st Red Hall of Degenerated Arts” presso Atelier Sanitário (2019) e assistenza ai curatori nelle mostre “Arte Naïf: nessun museo di meno” (2019), "Campagna" (2019) e "Abitante" (2021), na EAV Parque Lage. Tutor di Storia dell'Arte e del Turismo presso il Consorzio CEDERJ, tiene corsi gratuiti di Storia dell'Arte e lavora nello studio dell'artista Ernesto Neto.

Ulisse Carrilho (Porto Alegre, 1990) È il curatore della Parque Lage School of Visual Arts ed ex studente della stessa scuola. Laureato in Economia della Cultura (UFRGS), ha studiato Comunicazione Sociale (PUCRS) e lettere - portoghese/francese (UFRGS). Ha iniziato la sua carriera come assistente alla regia presso il Museo di Arte Contemporanea di Rio Grande do Sul. Ha fatto parte del team di relazioni istituzionali della Fondazione Biennale Mercosul (Porto Alegre) e la galleria Rolando Anselmi (Berlino, Germania). Testi che hanno contribuito al catalogo della 32a Bienal de São Paulo, oltre a riviste e periodici d'arte. La sua ricerca all'interno dell'intersezione tra arte e educazione guarda alle contro-narrative, critiche alle logiche produttive del capitalismo cognitivo. Interessato a manifestazioni di insubordinazione, disobbedienza e indisciplina e un'indagine sull'intimità come dispositivo pedagogico. Da 2015 lavora presso la Parque Lage School of Visual Arts, con Lisette Lagnado, come assistente alla regia e assistente curatore. In 2018, ha assunto la curatela del Programma Insegnamento e Pubblico della scuola. Mostre curate “Art Naïf: nessun museo di meno” (2019), "Campagna" (2019) e "Abitante" (2021), na EAV Parque Lage, con l'assistenza di Bruna Costa. vive a Rio de Janeiro.

Circa l'Alliance Française

Completamento 136 anni di attività in Brasile, l'Alleanza francese è un punto di riferimento nella lingua e, senza dubbio, il più noto istituzione al mondo, quando si tratta della diffusione della lingua e della cultura francofona. Ha, attualmente, più di 830 unità 132 paesi, dove studiano circa 500.000 studenti. In Francia, ha scuole e centri culturali per gli studenti stranieri. Il Brasile è la più grande rete mondiale di alleanze con francesi 37 associazioni e 68 unità.

E 'l'unica istituzione in Brasile autorizzato dall'Ambasciata di Francia, ad applicare i criteri che danno accesso ai diplomi DELF e DALF internazionale, riconosciuto dal Ministero dell'Educazione Nazionale francese. L'Alliance Française è anche centro di esame ufficiale per test internazionali validità di due anni TCF (Il Knowledge Test francese) TEF e canadesi (Assessment Test French) e il test nazionale valido per Capes uno anno (riconosciuto da agenzie CAPES e CNPq MEC).

Quest'anno, in occasione del suo 135 ° anniversario, l'Alleanza francese dovrà sacco di notizie. tra di loro, il cambiamento di metodo di insegnamento, che porterà maggiore dinamismo alle aule, con strumenti digitali e contenuto corrente su tutta la cultura francofona, Lezioni di trasformarsi in veri e propri centri di dibattito di idee e di apprendimento collaborativo.

Servizio:
Esposizione "Tutto nel mondo sono persone", di Benoit Fournier
Periodo: Di 21/10/2021 a 13 / 11/2021
A cura di: Bruna Costa e Ulisses Carrilho
colpo: Ernesto Neto
Apertura: 21 Ottobre 2021 (Giovedi)
Tempo: il 18:0 a 22:0
Laboratorio artistico e sensoriale con Benoit Fournier e Rona, artista ospite
Per i bambini di: 6 al 10 anni.
Giorno 30 Ottobre (Sabato)
Tempo: 12h
Capacità: a 8 Bambini, previo appuntamento, attraverso il numero: (21) 9 86335916.
Local: Z42 spazio artistico culturale
Indirizzo: R. Filinto de Almeida, 42 – Cosme Velho, Rio de Janeiro – RJ, 22241-170
Orari: le 13:00 a 18:00
Telefono: (21) 98148-8146
www.instagram.com/benoit_bento
benoit-fournier.com
www.prixphotoaf.com.br
www.rioaliancafrancesa.com.br
www.facebook.com/aliancafrancesarj
www.youtube.com/user/aliancafrancesarj
www.instagram.com/rioaliancafrancesa

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*