Casa / Art / “malto, una benedizione”, fotografo esposizione Agnieszka Traczewska, rivela la Jewish Heritage vivo oggi in Polonia
A oração da manhã na sinagoga, Lancut (Yid. Lantsut), 2017. Foto: Agnieszka Traczewska - Exposição ''Brachá, uma benção".

“malto, una benedizione”, fotografo esposizione Agnieszka Traczewska, rivela la Jewish Heritage vivo oggi in Polonia

Arriva a San Paolo “malto, UNA BENEDIZIONE – Torna a schtetl polacco”, mostra polacca con le foto Agnieszka Traczewska.

A spettacoli, presentato lo scorso gennaio al Palazzo di Vetro, a New York, nell'ambito delle celebrazioni per la Giornata internazionale di commemorazione delle vittime dell'olocausto, non lo farà L'immigrazione ebraica e Holocaust Memorial da 17 di ottobre.

In caso di apertura, uso esclusivo degli ospiti e dei media - in 16 di ottobre, a 19 ore -, Agnieszka Traczewska sarà presente e terrà una conferenza sul lavoro.

“la grandezza di esposizione 'malt, UNA BENEDIZIONE’ sta nel riuscire a ritrarre chassidim pellegrinaggio alle tombe dei tzadikim, alimentare la speranza che questa parte importante del giudaismo ortodosso non sono consumati nelle ceneri dell'Olocausto, e aleggia oggi sia negli Stati Uniti e Israele”, Commenti Reuven Faingold, coordinatore pedagogico L'immigrazione ebraica e Holocaust Memorial.

pubblicità: Banner Luiz Carlos de Andrade Lima

patrimonio ebraico - “malto, UNA BENEDIZIONE” Esso riunisce una trentina di fotografie Agnieszka Traczewska, ad ingrandimenti in dimensioni 60 centimetri x 90 centimetri, 50cm x 75 centimetri e 42 centimetri x 60 cm.

In loro, fotografo polacco documenta la vita degli ebrei chassidici, presentando i loro discendenti torna ai siti del patrimonio ebraico in Polonia.

Stanno rivelando le immagini dei resti del mondo antico non è scomparsa del tutto, e che il patrimonio ebraico è ancora vivo in Polonia.

L'artista è stato ben accolto nel mondo del giudaismo chassidico, comunità spesso inaccessibili agli estranei. Questo accesso unico e storico prodotto un ritratto intimo di persone che sperimentano il mistero della fede, raffiguranti la vita domestica e ritorno dopo le devastanti conseguenze della seconda guerra mondiale.

Il chassidico ebraismo in Polonia durò fino al secolo 20, e da allora è restaurato in Israele, negli Stati Uniti e in Europa occidentale. Negli ultimi anni, la comunità chassidica ha cominciato a tornare in Polonia per rivisitare il suo patrimonio e la storia. esposizione Agnieszka Traczewska Presenta i pellegrinaggi chassidici alle tombe di tzadikim compleanni della sua morte, una tradizione che sostiene che gli eventi miracolosi si verificano durante queste occasioni.

secondo Agnieszka, “la continuità della vita ebraica in Polonia e il forte legame con la tradizione degli antenati sono stati per me davvero una scoperta personale illuminante”.

ECSTASY MYSTIC - Il chassidismo è un fenomeno eccezionale. Uno dei pochi movimenti religiosi di combinare estasi mistica e pasta. è anche, in tutto il mondo, il fenomeno religioso più importante ha creato in Polonia.

Dalla fine del XVIII secolo ai primi anni del XIX, Chassidismo ha costituito la religione ebraica in Europa orientale. Nonostante l'Olocausto hanno rappresentato il loro ordine in un ambiente originale, nuovi centri di movimento sono stati stabiliti in Israele, negli Stati Uniti e in Europa occidentale.

oggi chassidim, legato alla tradizione dei loro leader spirituali, Tornano a loro tombe in Polonia, in Romania, Ucraina e l'Ungheria.

Viaggio a visitare un Tzadik E 'stata un'esperienza religiosa in se stessa e parte integrante del movimento chassidico sin dal suo inizio. Il Tzadik consulenza su questioni religiose e la natura, anche, mondano. La gente credeva che questo avrebbe accelerato le preghiere di intercessione e permetterebbe loro di raggiungere direttamente il Divino.

riverenza al tzadikim continuato dopo la sua morte e la gente poteva viaggiare alle loro tombe per un'altra visita. L'usanza di visitare la tomba e pregare prima ha avuto origine dalla tradizione ebraica, che sosteneva che l'anima dei morti visitato il sito del suo funerale per l'anniversario della morte (yorzeit) o funerali. Il chassidim credere che l'anima di Tzadik ascolta le preghiere di coloro che sono riuniti nella tomba. Pezzi di carta (fiorito) le richieste di quotazione sono lasciati nella tomba Tzadik o in sua prossimità. La leggenda vuole che i miracoli avvengono attraverso le preghiere fatte presso la tomba di un giusto. Il viaggio verso la tomba di un Tzadik Si tratta di un viaggio alla ricerca di una benedizione.

TERRITORIO SEGRETO - Agnieszka Traczewska, polacco, 50 anni, E 'produttore di documentari e fotografo. Da 2006 è venuto con la fotocamera del chassidim provenienti da tutte le parti del mondo per le antiche tombe di tzadikim - leader spirituali.

Inoltre, il fotografo entra nei circoli ermetici di ortodossia ebraica in Israele e negli Stati Uniti, raffigurante il territorio segreto, quasi sempre nascosto da altri occhi, della vita quotidiana e le cerimonie di coloro che “dedicato la sua vita alla Torah”.

Il suo forte background polacco crea la ricerca di un fenomeno “mondo perduto”. Si segue la storia degli ebrei, per secoli, vissuto fianco a fianco con i polacchi e la tragica fine del prossimo rapporto nazionale, che è venuto con la Seconda Guerra Mondiale.

Il fatto del suo essere una donna e non un Ebreo richiede l'accettazione e la flessibilità delle loro caratteristiche non ortodossi, che dà un suggerimento per la sua ricerca persistente.

In 2014, Agnieszka Traczewska ha ricevuto il National Geographic Traveler Photo Award per il suo lavoro “Prima volta”.

SERVIZIO -Il L'immigrazione ebraica e Holocaust Memorial è su Grace Street 160, Bom Retiro, tel. 3331-4507.
“malto, UNA BENEDIZIONE – Torna a schtetl polacco”, mostra fotografica Agnieszka Traczewska, ha apertura 17 di ottobre, Giovedi.
Visitatori fino al 16 Novembre - Lunedi a Giovedi dalle 9 alle 17; il venerdì, da 09.00 a 15:00.
L'ingresso è gratuito.
La forma di realizzazione illustrata è il Immigrazione ebraica Memorial e fare Holocaust Memorial e Ambasciata della Repubblica di Polonia, con il sostegno Consolato Onorario della Repubblica di Polonia a San Paolo e Sanguszko Casa della Cultura polacco.

Commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*