Casa / Art / Rio Art Museum invita gli esperti a discutere riflessioni pandemiche su aree come la cultura e l'istruzione
Museo d'Arte di Rio. Foto: Latte di Thales.
Museo d'Arte di Rio. Foto: Latte di Thales.

Rio Art Museum invita gli esperti a discutere riflessioni pandemiche su aree come la cultura e l'istruzione

Il giorno successivo si terrà in diretta il "Dialogues and Confluences Meeting" 28 Agosto, Venerdì, no Youtube do MAR

Anche con le porte chiuse per cinque mesi a causa della pandemia covid-19, Museo d'Arte Rio, sotto la gestione di Odeon Institute, prosegue a tutto gas svolgendo diverse azioni sui propri social network. Il giorno successivo 28 Agosto, da 10.00, MAR promuove, durante tutto il giorno, un'altra attività nel tuo canale fare YouTube: il "Dialogues and Confluences Meeting". Questo sarà uno spazio per la riflessione e la condivisione di informazioni su come le pratiche educative, arte, Cultura, salute e politiche pubbliche si connettono, incrociarsi e convergere nello scenario pandemico.

pubblicità: Banner Luiz Carlos de Andrade Lima

Per dare visibilità alle discussioni e alle pratiche a favore della lotta al covid-19 e per riflettere la cultura come pratica quotidiana nella sua micro-conoscenza, tattiche e strategie di resistenza, l'evento vede la partecipazione di nomi come Raull Santiago, comunicador e ativista social; Pamela Carvalho, istitutrice, storico e maestro di cerimonie del MAR Music Program; Maria Raquel Fernandes, psichiatra e direttore generale del Museo d'arte contemporanea Bispo do Rosário; tra gli altri specialisti, comunicatori e attivisti dei media che condivideranno con il pubblico, attraverso conferenze e dibattiti, le tue domande, idee e azioni.

Nel primo pannello, às 10h, Master in Education presso l'Università Federale di Rio de Janeiro (UFRJ), Pamela Carvalho, affronterà argomenti come la salute, antirazzismo e relazioni sociali di fronte alla nuova pandemia di coronavirus. Subito dopo, às 14h, l'infermiera e professore all'UFRJ, Cecilia Izidoro, e l'antropologo e professore nella stessa università, Fatima Lima, tenere un dibattito mediato dal direttore del museo e dallo psichiatra, Maria Raquel Fernandes, in cui si parla delle sfide della promozione della salute nell'impatto della pandemia. alle 16h, si svolge il tavolo tematico "Comitati di vita nelle favelas e tecnologie sociali", con i comunicatori e attivisti Raull Santiago e Cosme Felippsen e la mediazione dell'insegnante e giornalista Gizele Martins. Finire, às 18h, Il pastore Henrique Vieira tiene una conferenza sul tema "La reinvenzione della vita e nuovi patti per il buon vivere".

Programmazione:

  • 10h – Lezione: Polizze vita e polizze morte: salute, antirazzismo e relazioni sociali. Con l'educatrice e storica Pâmela Carvalho

Non siamo uguali. E questa disuguaglianza si manifesta anche quando si muore. La morte è una politica che si manifesta in modo diverso con individui diversi. I processi di genocidio delle popolazioni nere, l'epistemicidio e il mancato accesso alle politiche di sanità pubblica, esprimere alcuni volti della morte come un indicatore sociale di disuguaglianza. Data questa storia, è necessario pensare: come combattere le politiche sulla morte e come presentare le politiche sulla vita?

  • 14h – Tavola tematica: Sfide della promozione della salute nell'impatto della pandemia
    Con gli insegnanti UFRJ Cecília Izidoro e Fátima Lima
    Mediazione dello psichiatra e direttore generale del Bispo do Rosário Museum Contemporary Art, Maria Raquel Fernandes

Ancora una volta l'umanità si trova ad affrontare una pandemia che scatena la paura, angoscia e collasso nell'organizzazione sociale, rendendo sempre più necessaria la discussione sull'importanza di un sistema sanitario pubblico. L'esausto SUS, eroicamente diventato lo scudo per proteggerci da questo nemico sconosciuto. Ma, come formare e accogliere gli operatori sanitari che sono in prima linea in questa lotta? Come prepararli ad affrontare le sfide e le aspettative del territorio e amplificare le esperienze di organizzazione comunitaria nella lotta al covid-19? Quale analisi può darci l'intersezionalità per comprendere gli indicatori di salute e il profilo di chi è colpito dal nuovo coronavirus? Sarebbero in grado di produrre nuove soggettività e spostarci dall'apatia alla trasformazione sociale?

  • 16h – Tavola tematica: Comitati per la vita nei bassifondi e tecnologie sociali
    Con comunicatori e activistas Raull Santiago e Cosme Felippsen
    Mediazioneeducatrice e giornalista Gizele Martins

In questi quasi sei mesi di pandemia covid-19 nel Paese, sono i comunicatori di comunità nelle favelas di Rio de Janeiro e in tutto il Paese che si sono organizzati per portare informazioni sui sintomi e sui rischi di contaminazione del nuovo coronavirus. Nel fiume, questa comunicazione interna nella favela è stata fatta nei modi più diversi e creativi per servire il pubblico: radio della comunità, TV, quotidiani, siti, arti, automobili sonore, tracce, manifesti, podcast, vite, ecc. In altre parole, un'unione di diverse piattaforme di comunicazione per portare ai residenti informazioni sulla malattia e su tutte le conseguenze della pandemia nella favela. Questi stessi collettivi hanno anche cercato modi per donare cesti alimentari di base e kit per l'igiene alle popolazioni più vulnerabili. Non si ferma qui: durante tutto questo tempo questi gruppi hanno cercato di comunicare tra loro e di scambiarsi esperienze, materiali, informazioni e supporto.

  • 18h – conferenza: La reinvenzione della vita e i nuovi patti per il buon vivere
    Con il pastore Henrique Vieira

La reinvenzione della vita richiede una decisione individuale e collettiva. È la necessità di riconoscere il carattere assurdo di una logica di civiltà basata sull'accumulazione sfrenata del capitale, nella concentrazione della ricchezza, nella disuguaglianza sociale, nella mercificazione delle relazioni umane e nell'attacco sistemico alla Madre Terra, oltre ai meccanismi istituzionali di violenza e massacro di corpi e popoli che non rientrano in questa cittadinanza selettiva. Questo modo di civiltà uccide le individualità, ruba la qualità della vita, provoca malattia e morte. Occorrono patti che puntino alla solidarietà emancipatrice, per la cura reciproca, per la condivisione dei beni e il rispetto della diversità. È necessario salvare il senso etico e politico dell'amore come base per costruire un buon vivere, un'affettività politica capace di aprire all'umanità orizzonti più generosi e pieni.

Il Museo d'Arte di Rio - SEA

Un'iniziativa di Prefeitura do Rio in collaborazione con Fundação Roberto Marinho, il Rio Art Museum è gestito dall'Istituto Odeon, un'organizzazione sociale di cultura e ha Grupo Globo come manutentore, Equinor come sponsor principale e IRB Brasil RE e Bradesco Seguros come sponsor attraverso la legge federale sugli incentivi alla cultura.

Escola do Olhar è sponsorizzata da Itaú e supportata da Icatu Seguros e Machado Meyer Advogados tramite la legge federale sugli incentivi alla cultura. Attraverso la legge di incentivazione della cultura comunale - Legge sulla ISS, è anche sponsorizzato da HIG Capital, RIOgaleão e JSL. Vale sponsorizza la mostra “Casa Carioca” attraverso la legge federale sugli incentivi alla cultura.

MAR ha anche il sostegno del governo dello stato di Rio de Janeiro e del Ministero della cittadinanza e del governo federale del Brasile, dalla legge federale per la promozione della cultura.

Commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*