Casa / Art / Museo El Greco di Rosangela Vig

Museo El Greco di Rosangela Vig

Rosângela Vig é Artista Plástica e Professora de História da Arte.

Vig è Rosângela Visual Artist and Teacher Storia dell'Arte.

Lodate le cose belle, li riceve allegramente nello spirito, per farne il tuo cibo, e così diventa nobile e buono (…) ti accoglie calorosamente e ti riconosce come parente, meglio è, più sei stato preparato per questo dall'istruzione. (PLATO, 2004, p. 95)

L'antica Grecia incantata con la sua eredità nel campo della mitologia, con i tuoi dei; nei domini della letteratura con i poemi epici Iliade e Odissea; e nell'ambito della filosofia, con i pensatori, Compreso, Platone (428 - 347 C.A.). Per l'antico filosofo greco, il bello era nella natura, che dovrebbe essere considerato come un modello in simmetria, proporzione e colori. Un tale giudizio ha lasciato un'evidente impressione della sua estasi per il mondo circostante. Per il pensatore, la bellezza che ci provoca tanto incanto; che si riferisce al semplice e al vero, sarebbe legato a una rappresentazione del mondo delle idee e anche a un senso educativo. Questo concetto di bellezza è stato impresso nell'arte greca antica, sotto forma di architettura, di scultura e pittura.

Fare un viaggio nel tempo, dall'antichità, arriva al Manierismo, stile che permeava come una transizione tra Rinascimento e Barocco, e aveva come più grande rappresentante, un artista greco. Doménikos Theotokópoulos (1541 - 1614), meglio conosciuto come El Greco, è nato nel luogo in cui si trova attualmente il Museo El Greco 1, 2 (Cifre 2, 3 e 4) nella città di Fodele 3, a Creta. Di fronte al museo si trova la Cappella Bizantina Agia Panagia 4, XI secolo, dove El Greco deve essere entrato in contatto con l'Arte per la prima volta. Secondo gli storici, era il pittore stesso che, il 1606, affermava che il luogo dove era nato era circondato da sorgenti di acqua potabile, alberi di arancio e una chiesa bizantina.

Situato a un chilometro dal centro della città, il museo ospita documenti (Fico. 6), copie di opere associate all'artista (Cifre 7, 8 e 9) e repliche dei suoi dipinti. Il visitatore può ancora ottenere informazioni sulla sua vita in Grecia e sulla stanza che potrebbe essere stata il suo studio di pittura. (Cifre 13, 14 e 15). In rovina, l'edificio è stato restaurato nel 1982, dal Ministero della Cultura greco e aperto al pubblico in 1998. Attualmente il sito è aperto ai visitatori e palcoscenico per eventi artistici e mostre.

Sull'artista

Dipingo perché gli spiriti sussurrano follemente nella mia testa. (El Greco in QUALUNQUE, 2015, p. 120)

L'audace e brillante arte di El Greco ha attraversato secoli e riverbera oggi. Il suo stile unico e inconfondibile lo rese il principale rappresentante del Manierismo e servì da ispirazione ad artisti moderni come Picasso (1881 - 1973). Può darsi che un discreto tono di voci sussurrasse all'orecchio dei grandi pittori, sfidando le loro menti quando descrivevano ritratti celesti o ombratici.

Ed è molto probabile che tali sussurri tessano una piccola scena, un minuscolo frammento o solo un probabile elemento dello spazio divino che solo l'anima libera può abbracciare. Mani esperte guidano lo strumento che porta toni e caratteristiche a quello che una volta era solo un mormorio segreto. Busta in tessuto Alva, le pennellate vigorose scivolano ei colori rompono lo spazio bianco, come un seme che germina, come la natura che si costruisce, con radici e foglie sparse. Esausto, l'artista osserva il pannello e controlla se concorda con il mormorio che ha sentito inizialmente.

È del tutto possibile che questo sia il processo di coloro che creano arte, nelle sue varie forme di espressione. Così era El Greco. La tua frase che inizia questo testo può essere la stessa di tante e tante che convertono i sussurri che hai sentito una volta in immagini o scene. E lo spettacolo che emerge dall'inizio, poi esplode ed echeggia nella storia, fare storie e trascinare stili con te, scene, nomi e pensieri.

La controversa personalità dell'artista era molto vicina al suo stile pittorico, che non seguiva gli standard né i pittori del suo tempo., figurando tra la fine del Rinascimento e prima del Barocco, ma ciononostante inserendosi in uno qualsiasi di questi modelli.

Nato da una famiglia prospera, El Greco ha studiato alla School of Arts di Creta e si è specializzato in arte bizantina; ha anche studiato la storia della Grecia; Egli fu il pittore, architetto e scultore. La città di Candia, come si chiamava in passato, il luogo dove sei nato, era famosa per i suoi artisti e le scuole d'arte, cosa ha portato El Greco a interessarsi e perseguire una carriera. Alcuni storici ritengono che poco più che ventenne l'artista stesse già lavorando nel proprio studio.

A 26 El Greco si è trasferito a Venezia e ha lavorato nello studio di Tiziano (1490 - 1576), come tuo studente. In 1570 si è trasferito a Roma dove ha trovato più artisti e nuove ispirazioni per il suo lavoro e, sebbene non seguisse gli standard convenzionali, El Greco ha mostrato una certa influenza degli stili di Tintoretto (1518 - 1594) e Tiziano. A causa delle critiche che ha fatto a vari artisti a Roma, compreso Michelangelo (1475 - 1574), El Greco ha finito per vincere i nemici. La fase più importante della carriera dell'artista era da 1577, quando è arrivato in Spagna e ha incontrato Diego de Castilla (1510 - 1584), che lo guidò ad andare a Toledo per fare dipinti nella chiesa di Santo Domingo el Antiquo, che lo ha reso famoso in città. Non molto tempo dopo, o Rei Filipe II (1527 - 1598) ordinò due dipinti dell'artista per la corte. El Greco è diventato molto famoso nel corso degli anni 1580 fino alla fine del secolo e l'artista più ricercato per dipingere chiese e luoghi religiosi conosciuti. Dopo un periodo di difficoltà a causa del mancato pagamento delle sue opere, riuscì a vivere comodamente dipingendo e studiando fino alla fine della sua vita, a 72 anni.

È certamente per questo motivo (…) che l'educazione musicale è la parte principale dell'educazione, perché il ritmo e l'armonia hanno il grande potere di penetrare nell'anima e toccarla con forza, prendendo grazia con loro e corteggiandola, quando se foi bem educado. E também porque o jovem a quem é dada como convém sente muito vivamente a imperfeição (PLATO, 2004, p. 95)

Appassionato di musica, El Greco ha impiegato molti musicisti per anni, a suonare per lui. Frutto della sua relazione con Doña Jeronima de Las Cuevas, con cui non c'è conferma se eri sposato, il tuo unico figlio, Anche Jorge Manuel divenne pittore.

L'eredità

È necessario usare gli ornamenti del cielo come esempi nello studio di queste cose invisibili, come faremmo se trovassimo disegni realizzati con abilità incomparabile da Dedalo o da qualsiasi altro artista o pittore; dopo averli visti, un geometra li considererebbe veri capolavori (…) (PLATO, 2004, p. 243)

Le opere di Platone sono fonti inesauribili di studio e ricerca. Le sue parole sopra si adattano perfettamente a un'analisi dell'Arte Manierista e, in particolare, non in stile El Greco. Alla ricerca del cambiamento e della libertà, gli artisti hanno applicato la teatralità e il movimento ai dipinti, principali marchi di Manierismo. El Greco eccelleva in questo campo, riverberando la sua straordinaria arte attraverso la storia, dalle caratteristiche inconfondibili.

I loro esseri sono allungati e si dimenano in mezzo a paesaggi ombrosi e desolati, come se invocasse il Cielo in supplica (Fico. 11). Spesso l'unica luce nelle loro scene emana dai loro personaggi, come il tuo Cristo (Fico. 12) nel suo lento gesto di benedizione. Spesso è impossibile percepire la fonte dell'illuminazione, come se provenisse dal cielo.

Più che ascoltare le voci che gli sussurravano all'orecchio, El Greco sentì le voci del suo tempo e l'angoscia che l'Europa viveva ancora in mezzo all'Inquisizione e riverberò quell'eco nella sua Arte, sotto forma di irrequietezza e stupore, permettendo ai posteri di provare tali sensazioni attraverso il colore e la forma.

1 Link al video del museo El Greco
www.youtube.com / watch?v = yLblLpxLt5Q

2 Link al video del museo El Greco
www.youtube.com / watch?v = U-HZ6-U3zAI

3 Link al video della città di Fodele
www.youtube.com / watch?v = wMfJMKcPIJo

4 Link al video della Cappella Bizantina Agia Panagia a Fodele
www.youtube.com / watch?v = KtGpu1w4HaE

.

.

Ha? Lascia un commento!

.

Riferimenti:

  1. BAUDELAIRE, Charles. I fiori del male. Sao Paulo: Editore Martin Claret, 2006. Traduzione di Pietro Nassetti.
  2. BAYER, Raymond. Storia di Estetica. Lisbona: Stamp Editoriale, 1993. Traduzione di José Saramago.
  3. CHILVERS, Ian; ZACZEK, Iain; WELTON, Jude; TROMBETTIERE, Caroline; MACK, Lorrie. Historia Ilustrada da Arte. Publifolha, S.Paulo, 2014.
  4. FARTHING, Stephen. All About Art. Rio de Janeiro: Sestante, 2011.
  5. Gombrich, E.H. The Story of Art. Rio de Janeiro: Editora Guanabara, 1988.
  6. HAUSER, Arnold.Storia sociale di Arte e Letteratura. Martins Fontes, Sao Paulo, 2003.
  7. QUALUNQUE, John B. Famose opere d'arte. Maryland USA: Il Rowman &Littlefield Publishing Group, 2015.
  8. PLATO. A Republic. Sao Paulo: Editore Nova Cultura, 2004.

.

Commenti

Lodate le cose belle, li riceve allegramente nello spirito, per farne il tuo cibo, e così diventa nobile e buono (...) ti accoglie calorosamente e ti riconosce come parente, meglio è, più sei stato preparato per questo dall'istruzione. (PLATO, 2004, p. 95) L'antica Grecia incantata con la sua eredità nel campo della mitologia, con i tuoi dei; nei domini della letteratura con i poemi epici Iliade e Odissea; e nell'ambito della filosofia, con i pensatori, Compreso, Platone (428 - 347 C.A.). A…

Score

Coesione
Coerenza
Contenuto
Chiarezza testuale
Formattazione

Eccellente!!

Conclusione : Vota l'articolo! Grazie per la vostra partecipazione!!

Voto Utenti : 4.78 ( 4 voti)

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*