Casa / Art / Prime tracce di arte moderna – Espressionismo astratto in Brasile di Rosangela Vig

Prime tracce di arte moderna – Espressionismo astratto in Brasile di Rosangela Vig

È anche possibile ascoltare questo articolo nella sua voce artista Rosangela Vig:

Rosângela Vig é Artista Plástica e Professora de História da Arte.

Vig è Rosângela Visual Artist and Teacher Storia dell'Arte.

riempiendo le conversazioni,
vieni fuori dall'oscurità,
saltando, le rane.
La luce li abbaglia.

In un ruggito che atterra,
ulula la rana toro:
– “mio padre è andato in guerra!”
– “Non era!” – “è stato!” – “Non era!”.

il rospo bottaio,
Parnassiano acquoso,
dice: – “il mio canzoniere
è ben martellato.

Vede como primo
nel mangiare le lacune!
Che arte?! e non rido mai
osso termos.

il mio verso è buono
Frutta senza pula.
faccio rima con
Consonanti di supporto.
(BANDIERA, 2008, p.41)

Febbraio 1922 è stata la pietra miliare per un nuovo capitolo delle Arti, di Letteratura ed Estetica in Brasile. Manuel Bandeira ha avuto una grande partecipazione come influencer, anche se non era presente il giorno dell'inaugurazione del Settimana dell'arte moderna. Criticare i Parnassiani, la tua poesia sopra Le Rane, è stato recitato dal poeta Ronald Carvalho (1893-1935), aprendo l'evento e generando stranezza da parte del pubblico. E la letteratura brasiliana non è mai stata la stessa.

Tra l'effervescenza di pensieri e correnti emerse, l'Estetica Moderna è arrivata in Brasile influenzata dalle avanguardie europee, presentando un'essenza nazionale, con la storia che il paese ha vissuto, con la ricchezza dei colori, dei pensieri e dell'inquietudine delle terre brasiliane. In uno scenario in cui due Grandi Guerre hanno devastato il mondo; Le rivoluzioni interne hanno generato preoccupazioni; Il Brasile era ancora un paese in crescita, dove si dirigevano gli immigrati di altri paesi, in fuga dalle guerre.

In mezzo a un contesto travagliato, la cultura brasiliana non si stanca mai di diversificare, costruire, tinta dai colori dei boschi e dall'allegria e dalla creatività di un popolo ricettivo.

Tale genio creativo è stato portato nel campo dell'estetica e delle arti. Proprio come la Poesia, L'arte ha rinnovato le sue caratteristiche e si è discostata dagli schemi classici. È così che lo stile espressionista è arrivato in Brasile, portato da Lasar Segall (1891-1957), Anita Malfatti (1889-1964) e Cândido Portinari (1903-1962).

E la Espressionismo astratto è venuto dopo con le opere di Manabu Mabe (1924-1997), Tommaso Ianelli (1932-2001) e Yolanda Mohalyi (1909-1978). Un anno prima della Prima Biennale di San Paolo, il 1949, il pittore moldavo Samson Flexor (1907-1971) ha creato lo studio e la scuola di astrazione, consolidare lo stile in Brasile. Antônio Bandeira si è distinto in questo campo (1922-1967) che ha aderito allo standard, prove intrinseche di realismo.

Espressionismo astratto

Quando l'anima già fa male
molto in mischia
con l'ambiente confuso,
sempre troppo, amorfo

se fa male combattere
Cos'è l'inerte e la lotta,
cose che resistono
e sono vivi, se cambi.

per arrivare al piccolo
dove alcune cose,
Risultano compatti,
Ritagliato e tutto,

E raggiungi tra i pochi
alla cosa e al centro
di questa cosa, dove si trova
il tuo scheletro snocciolato,

che poi deve scoop
al più pulito, profilare
asettico e preciso
dall'estremo dello smalto; (…)
(NIPOTE, 1975, p.16)

João Cabral de Melo Neto (1920-1999) faceva parte degli scrittori della Terza Generazione del Modernismo (1945-1960) e la sua Poesia presenta rigore formale ed equilibrio, oltre a un testo più razionale e oggettivo. C'è l'influenza delle correnti espressioniste, Surrealisti e dadaisti nel loro lavoro, ci sono tratti astrattisti quando espone ciò che sente. al lettore, è possibile svelare le idee e le sensazioni del poeta che nascono a caso, a voce alta, nettamente, come immagini di un dipinto astratto.

Se le parole sono il nord della poesia, convertendolo in immagine; le figure e i colori sono responsabili della traduzione del dipinto in parole. Nel caso della Pittura che prende le distanze dalla realtà, come espressionismo astratto, la comunicazione si consolida nel dinamismo e nel contrasto dei toni; nelle forme che si scontrano a caso e che sembrano imporsi come protagoniste di una scena. È come se tutto si muovesse nella scena e ogni elemento interagisse con energia e vigore. Yolanda Mohalyi ha iniziato con il figurativo e tra 1960 e 1970 il suo lavoro si è evoluto nell'espressionismo astratto. Tomás Ianelli ha lasciato in mostra nelle sue opere, l'abilità con il colore e il coraggio di abbinare, inserisci e permea le tue scene con sfumature che potrebbero sembrare impossibili.

Manabu Mabe si è avvicinato allo stile in un modo più gestuale, utilizzando ampi campi di colore e tonalità contrastanti. È possibile vedere tracce di arte giapponese nel suo lavoro, nell'applicazione e sovrapposizione di forme. Nella figura 1, il Fiore del Mare sembra emergere fluttuando, in mezzo a un'ombra che insiste per restare. La sua padronanza del colore è evidente nel contrasto tra buio e luce. Anche la capacità dell'artista di bilanciare la forma e i toni corretti è chiara.. E, nonostante le macchie scure, l'opera ha la sua luce.

Abstracionismo

Allontanandosi dal convenzionale, il concetto di Arte Astratta è strettamente legato all'uso dei colori e delle forme. Antonio Bandeira (1922-1967) aderito all'astrattismo, incorporando in esso prove della realtà. Lo stile del suo lavoro si rivela nelle linee geometriche, nell'uso di colori forti e vivaci in contrasto con fondi monocromatici, i protagonisti del suo lavoro sono spesso nascosti nel groviglio di ragnatele che insistono per restare. I suoi protagonisti emergono come puntini luminosi sui loro schermi. Il suo lavoro lo ha reso un pioniere di questo stile in Brasile.

Nonostante le domande e le critiche, L'arte astratta valorizza l'emozione e l'intuizione, allontanarsi dall'ovvio e dal reale. Questo stile era visto come pura arte, perché non riceve alcuna influenza dal mondo reale e obbedisce alle leggi dello spirito e dell'intelletto.

Considerazioni finali

Era quello che costruiva le case
Dove prima c'era solo terra
come un uccello senza ali
È salito con le case
che scaturiva dalla sua mano.
(MATHEW, 2009, p. 311)

come costruttori di cultura, i poeti, gli scrittori, gli artisti costruiscono gradualmente conoscenze e impressioni, costruendo sentieri lungo i quali poggeremo il nostro sguardo incantato. salendo da questa parte, costruiamo le nostre emozioni, seguiamo le nostre strade e costruiamo le nostre storie, condividere la conoscenza assimilata.

Conquistando tali percorsi, apriamo le porte a realtà oltre lo sguardo, vediamo nuove frontiere, noi trascendiamo. In questo modo l'Arte dona piacevoli sensazioni allo spirito, attivare i sensi ed elevare. E se il grande Art Permettilo, può essere che la fruizione porti a profonde esperienze nell'apprezzamento dell'Arte che si allontana dalla realtà. astrarre è divagare, abbraccia nuovi orizzonti e viaggia liberamente attraverso di essi, in stato cosciente.

Indulgere in uno stato di contemplazione è come coccolare lo spirito e lasciarlo respirare liberamente, senza il soffocante carico quotidiano. È come alleggerire il proprio peso corporeo e arrendersi all'estasi.

Acquista le opere di Manabu Mabe sul sito: www.bg1.com.br

Riferimenti:

  1. ANDRADE, Mario. poesie complete. Sao Paulo: Editora Itatiaia, 1987.
  2. BANDIERA, Manuel. Bandiera di tasca. Porto Alegre: Il&PM Pocket, 2008.
  3. BAYER, Raymond. Storia di Estetica. Lisbona: Stamp Editoriale, 1993. Traduzione di José Saramago.
  4. BILAC, Olavo. Poetic Anthology. Porto Alegre: Ed. Il & PM Pocket, 2007.
  5. CHILVERS, Ian; ZACZEK, Iain; WELTON, Jude; TROMBETTIERE, Caroline; MACK, Lorrie. Historia Ilustrada da Arte. Sao Paulo: Publifolha, 2014.
  6. FARTHING, Stephen. All About Art. Rio de Janeiro: Sestante, 2011.
  7. Gombrich, E.H. The Story of Art. Rio de Janeiro: Editora Guanabara, 1988.
  8. HAUSER, Arnold. Storia sociale di Arte e Letteratura. Sao Paulo: Martins Fontes, 2003.
  9. MOSES, Massaud. Letteratura brasiliana attraverso i testi. Sao Paulo: Editora Pensamento Cultrix Ltda., 1971.
  10. MATHEW, Vinícius. Poetic Anthology. Sao Paulo: Companhia das Letras, 2009.
  11. NIPOTE, João Cabral de Melo. Museo di tutto. Rio de Janeiro: Livraria José Olympio Editora, 1975.
  12. PROENÇA, Gratis. Alla scoperta della storia dell'arte. Sao Paulo: Routledge, 2005.

Ti potrebbe piacere anche:

1 Commento

  1. Troppo bello! scrivi con passione!!

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*